SPISEDDADURA 2018 | XII Edizione

Spiseddadura_Heading

Ritorna Spiseddadura e continua la nostra collaborazione con FAMIGLIA ORRO, questa volta per la XII edizione di questo importante evento, che questa volta si tinge di rosa.

Noi abbiamo pensato a chi far salire sul palco, coerenti con la nostra passione per il blues. Sul palco di Spiseddadura 2018 XII Edizione in Pink ci saranno infatti Irene Loche e Bad Blues Quartet!

Ci vediamo sabato 1 Dicembre dalle 18, in Via Verdi a Tramatza, ospiti di Famiglia Orro. 

Cartolina_Spiseddadura

Di seguito il comunicato ufficiale.  Continua a leggere

Annunci

La musica della Sardegna al SEM Meeting 2018, Albuquerque, Nex Mexico

Il canto a cuncordu di Scano di Montiferro sarà protagonista del prestigioso Meeting of the Society for the Ethnomusicology (SEM), il più importante appuntamento internazionale dedicato all’etnomusicologia in programma quest’anno ad Albuquerque, in New Mexico, per la sua 63esima edizione. All’interno del programma della conferenza di quest’anno, è infatti stato organizzato un concerto de Su Cuncordu sas Bator Colonnas, una delle formazioni di canto a più voci maggiormente attive nel borgo del Montiferru, composta da Antioco Milia (Bassu), Francesco Fodde (Boghe), Antonio Carboni (Mesu Boghe) e Stefano Desogos (Contra).

Questo importante evento rientra in un più grande percorso di ricerca portato avanti dall’etnomusicologo Diego Pani, che già nella precedente edizione del Meeting of the Society for the Ethnomusicology, avvenuta alla fine del 2017 a Denver, Colorado, aveva presentato una relazione sul suo studio sul canto a cuncordu di Scano di Montiferro.

Il concerto de Sas Bator Colonnas, che sarà appunto preceduto da una introduzione di Diego Pani, è fissato per venerdì 16 novembre presso L’Outpost Performance Space. Questo evento sarà il fulcro di una settimana in cui i giovani cantori a cuncordu e l’etnomusicologo saranno protagonisti di una fitta serie di incontri, workshop e lezioni programmate dalla University of New Mexico e da altre associazioni culturali della città di Albuquerque.

Oltre agli appuntamenti legati al canto a cuncordu di Scano di Montiferro, il 13 novembre 2018 Diego Pani terrà inoltre una lezione all’interno del corso magistrale di musicologia dell’Università del New Mexico. La lezione, intitolata “Different Rivers: Sardinian Hill Country and the DIY ethos of River of Gennargentu” sarà incentrata sulla musica del bluesman barbaricino River of Gennargentu e sui legami della sua produzione con la Sardegna e gli scenari legati all’autoproduzione.

L’organizzazione della fitta settimana statunitense dedicata alla musica della Sardegna è stata resa possibile grazie agli sforzi congiunti dell’etichetta Talk About Records, dell’Associazione Culturale Sas Bator Colonnas e dell’etnomusicologa Kristina Jacobsen, professoressa di Antropologia della musica ed Etnomusicologia dell’Università del New Mexico che ha da poco cominciato un percorso di ricerca dedicato alla Sardegna.

BIG BON – I’m not Dead yet

CopertinaFB TalkAbout

Talk About Records è lieta di presentare la sua nuova uscita discografica. I’m not Dead yet” è il nuovo disco del giovane bluesman sardo Mirko Bigbon. Nasce dalla necessità di di rielaborare la musica tradizionale americana affrontando tematiche sociali, di protesta, nella chiave narrativa tipica del Folksinging. “I’m not Dead yet“, come una discussione accesa, riapre tematiche quali l’occupazione militare della Sardegna (The devil takes my soul), la crisi del comparto industriale di Ottana (Let it Burn) mescolate a misura nella tradizione americana (Cotton Field, Gambler’s blues) per dialogare, consapevolmente, attraverso la necessità storica del Blues e la sua ciclicità. Il disco è registrato e prodotto da River of Gennargentu e pubblicato da Talk About Records in 100 copie CD in edizione limitata, disponibile inoltre nella versione digitale su tutti i principali stores e piattaforme streaming come iTunes, Spotify, Amazon e tanti altri.

ORDINA LA TUA COPIA DEL CD SU BANDCAMP
ASCOLTA IL DISCO SU SPOTIFY

Mirko BigBon, classe 1992, nasce a Cagliari. Nel 2014 si trasferisce a Bologna dove, attraverso lo studio delle prime sonorità delta e hill country blues e della old time music americana, scopre l’importanza del folklore e la sua dialettica all’interno dell’immaginario collettivo contemporaneo. Vincitore del premio “Miglior Musicista Arezzo Wave 2018”, tutt’ora lavora come One-Man Band attraverso Italia e Sardegna.

BigBon-Cover

1 – Good People
2 – Cotton Fields
3 – Gambler’s blues
4 – Let it Burn
5 – The Devil takes my soul (HellStomp)
6 – Waiting’ the Sun
7 – Dirty Roads

Registrato a Bologna tra Giugno 2017 e Agosto 2018
Prodotto da River of Gennargentu
Artwork di Fe Da, layout di Mirko Zoroddu

Vulcani_Lonewolf (11 of 12)

Big Bon (Photo by Diego Pani)

Mirko BigBon was born in Cagliari ,Sardinia, in 1992. In 2014 he moved to Bologna where, through the study of the Hill Country Blues, Delta Blues and early Bluegrass, he discovered the importance of folklore and its dialectic within the contemporary collective imagination. Winner of the “Best Musician” award at Arezzo Wave 2018, he still works and travel as One-Man Band through Italy and Sardinia.

Talk About is really proud to announce the release of “I’m not dead yet,” the new album of the Sardinian one-man band Big Bon. This 7 tracks album is a like a heated discussion that utilizes the common narrative key of Folksinging to deal with social justice issues related to the contemporary context of Sardinia island. Mirko addresses topics such as the military occupation of the island (The devil takes my soul), the crisis of the industrial work in Sardinia central area (Let It Burn), using the great American musical tradition (Cotton Field, Gambler’s blues) as the expressive vehicle for his personal path in music.

The Album is recorded and produced by the legendary Sardinian bluesman River of Gennargentu, and it’s available in 100 Limited Edition CD copies. You can also stream and download it from Spotify, Amazon, iTunes, Deezer, Pandora, Napster and many others.

VULCANI 2018 – Quinta Edizione

Vulcani-2018

Vulcani – Blues nel Montiferru celebra quest’anno la sua quinta edizione consecutiva. Fin dalla prima edizione, nata a Santu Lussurgiu dall’intesa tra TALK ABOUT RECORDS e l’albergo diffuso Antica Dimora del Gruccione nel 2014, questa originale rassegna montiferrina dedicata al blues, alla old time music e al folk americano, si è guadagnata un posto di rilievo all’interno del panorama degli eventi di musica dal vivo della Sardegna. Nonostante la propria caratura esclusiva, destinata ad un pubblico limitato (accolto nella splendida corte dell’albergo diffuso), da cinque anni Vulcani è sulla bocca di tutti gli appassionati di blues. Il festival è inoltre servito da banco di prova per gli esordi di nuovi artisti sardi, diventati poi colonne portanti del blues indipendente italiano, come nel caso del bluesman barbaricino River of Gennargentu o del duo sulcitano Don Leone. La quinta edizione del festival si propone come una celebrazione della strada percorsa finora da Vulcani, tra la Sardegna, l’Italia e, naturalmente, l’America.

Dal cuore del Montiferru, nell’entroterra della provincia di Oristano, arriva VULCANI. Un importante appuntamento con la musica blues che giunge quest’anno alla sua terza edizione consecutiva, che arriva dopo dieci concerti di musica blues con artisti del calibro di Paolo Bonfanti, Blues against Youth, Francesco Piu, River of Gennargentu, Lisa Mills, John Drain, Paolo For Lee, Deadman Potron, Fabrizio Canale, Sunsweet Blues Revenge, Don Leone, Gavino Riva, Zamua, Andrea Cubeddu, Big Bon, Dany Franchi, Bad Blues Quartet, Kristina Jacobsen (più due puntati speciali, dedicate rispettivamente alla musica nu-trad del trio sardo-provenzale AMADA e alle colonne sonore del compositore sassarese Luigi Frassetto) ospitati dalla affascinante corte della “Antica Dimora del Gruccione”, albergo diffuso a Santu Lussurgiu, nel Montiferru. Proprio in questo straordinario angolo di Sardegna VULCANI torna per la sua edizione 2018: quattro serate estive durante le quali, nel giardino fiorito dell’Antica Dimora, si alterneranno quattro live-act diversi, con differenti carriere, visioni artistiche, tecniche, voci. Quattro espressioni lungo la strada del blues e del folk, filo conduttore di un festival intimo che pone musicisti e pubblico faccia a faccia, in un clima di condivisione totale e che fa di ogni concerto un evento speciale perché viaggio alla scoperta delle radici acustiche di una delle più incredibili musiche del XX secolo.

Il primo ospite di Vulcani 2018 arriva il 4 agosto da Miami, Florida, ed è una One Man Band, stiamo parlando di Lonewolf, musicista americano attivissimo nella scena del new and raw blues statunitense. Proseguiremo poi con il live del duo Vittorio Pitzalis & Williboy Taxi, programmato per sabato 18 agosto e che vede incontrarsi sul palco il decano del blues isolano “Black Victor” Pitzalis con il cantante e armonicista della band cagliaritana Dirty Hands. Alla fine del mese giungeremo poi al solo show di Massimo Bevilaqua, bluesman napoletano tutt’ora protagonista di lunghissimi tour tra Canada e States, che arriverà a Santu Lussurgiu nella serata di sabato 25 agosto. La serata conclusiva del festival è invece programmata per sabato 1 settembre e avrà come ospite una vecchia conoscenza di Vulcani, la cantante e chitarrista Irene Loche, già protagonista del nostro festival con la sua band Sunsweet Blues Revenge, che stavolta si esibirà con il suo spettacolo solista.

GLI ARTISTI DI QUESTA EDIZIONE

4 Agosto 2018 | LONE WOLF (one man band)
Lone Wolf è un Lupo solitario di Miami, Florida. É un ONE MAN BAND. Bruno Esposito suona diversi strumenti contemporaneamente. Nel suo stile esecutivo è miscelato il suo amore per il blues, per la musica dei monti Appalachi, ma anche per il punk. Il battito del suo pollice sulla chitarra, il soffio dell’armonica, il banjo che suona vigoroso, la sua voce cruda e aspra e il suo stile ritmico arrivano dritti al cuore, ai piedi, alla testa, ai fianchi.

18 Agosto 2018 | Vittorio Pitzalis & WilliBoy Taxi
Questo inedito duo nasce nella primavera del 2015 ed unisce i musicisti William Rossi, frontman e armonicista dei cagliaritani Dirtyhands (un album all’attivo ed un altro di imminente uscita), e il chitarrista e cantante Vittorio “Black Victor” Pitzalis, colonna del Blues isolano, autore dell’acclamato album Jimi James. La materia prima è quella che sgorga dai classici del Blues e viene arricchita dalla contaminazione con altri generi musicali fino ad arrivare a composizioni originali, creando uno spettacolo unico, dove la grande passione per la musica dei due bluesmen si traduce in scarica fortemente emozionale, dal palco alla platea.

25 Agosto 2018 | Massimo Bevilacqua
Massimo Bevilaqua canta, suona la chitarra, l’armonica e si accompagna ritmicamente con lo stomp box, proponendo un repertorio personale arricchito da tanti brani iconici della storia della musica blues. La sua è una carriera molto particolare: il suo è infatti un nome molto conosciuto nella scena blues Nord Americana. Massimo suona stabilmente negli USA e in Canada ogni anno, con lunghi tour soprattutto nel Deep South. Propone uno spettacolo senza fronzoli, essenziale, “nudo”, che colpisce dritto al cuore dell’ascoltatore per semplicità, genuinità e passione. Standard Blues, country, ballate e musica originale, per un viaggio attraverso 150 anni di storia, cultura e musica americana.

01 Settembre 2018 | Irene Loche
Irene Loche, classe ’92, è una chitarrista, cantante e compositrice. Dall’energia dei palchi calcati con il trio blues Sunsweet Blues Revenge, si riscopre in questo progetto solista, molto più intimo, in cui sonorità Folk e Soul si incontrano, dove accordature aperte e ritmi lontani diventano protagonisti. Dal 2015 è ufficialmente artista Magnatone, unica italiana nel panorama mondiale insieme a Jeff Beck, Billy Gibbons, Keith Richards, Jackson Browne, Neil Young e tanti altri. L’8 Gennaio 2016 è uscito il primo EP “Garden of Lotus”, disponibile anche in digitale sulle più note piattaforme.


poster vulcani 2018


VULCANI – Blues nel Montiferru – Edizione 2018

4 Agosto – Lonewolf One Man Band
Presentato da FAMIGLIA ORRO

18 Agosto – Vittorio Pitzalis & Williboy Taxi
Presentato da Vini Contini

25 Agosto – Massimo Bevilacqua
Presentato da Macelleria MOMO

1 Settembre – Irene Loche
Presentato da Distillerie Lussurgesi e Riso Passiu

COSTO – 25,00 €
(Ingresso, Cena informale, Prima consumazione)
ABBONAMENTO – 80,00 € (quattro serate)

PRENOTAZIONI
Tel: 0783 552035
Mail: info@anticadimora.com


Vulcani è una produzione artistica di Talk About Records.
Talk About è un’etichetta indipendente nata in Sardegna nel 2008. In questi anni si occupata della pubblicazione di dischi di musica rock’n’roll e blues, producendo artisti nazionali come River of Gennargentu, Sunsweet Blues Revenge, The Blues Against Youth, King Howl, Donnie, The Giannies, Kekem. In parallelo, è impegnata nella realizzazione di eventi musicali di vario genere, dalla creazione e produzione di festival, alla lavorazione di tour nazionali ed europei per band come King Howl, Limestone Whale, Rekkiabilly, The Giannies. Hanno parlato delle produzioni Talk About le redazioni di La Repubblica, XL, Rockit, Il Manifesto, Radio 1 Rai, Rock Hard, Buscadero, Rockit, Moby Dick Radio 2, Soda Shop (USA), Cosmic Lava (GER), Rock Times (GER), Stoner Rock GR (GRE), Musiczine (FR) e tanti altri.

Vulcani è promosso dalla Antica Dimora del Gruccione.
La “Antica Dimora del Gruccione” è operativa dal 2002 come albergo diffuso, tipologia ricettiva che, nata per la tutela delle specificità abitative esistenti, offre agli ospiti ristorazione e camere dislocate in più stabili. Realizzato, nel suo edificio principale, in una casa patrizia del XVIII secolo, l’albergo ben esprime questa particolare modalità del sostare, che la gestione, curata ancora oggi dalla proprietà originaria, ritiene debba inoltre trovare la sua coerente applicazione anche nell’offerta di un “mangiare” esclusivamente fondato sui prodotti delle piccole aziende sarde dell’agro alimentare di eccellenza e, ove mancanti, sui prodotti del commercio equo solidale. Segnalata nelle più autorevoli Guide nazionali e internazionali la “Antica Dimora del Gruccione” ha ricevuto numerosi riconoscimenti per promuovere in Sardegna un turismo di conoscenza “sostenibile” e “integrato” nel territorio, per il rispetto della persona, della biodiversità e dell’ecosistema.

I Partner di VULCANI

Passione nel proprio lavoro, cultura della ricerca, promozione e tutela del territorio sono i principi che accomunano le Aziende partner di VULCANI e che hanno motivato la loro scelta di condivisione del Festival.

Famiglia Orro
Famiglia Orro è una piccola azienda Agricola e Fattoria Didattica a conduzione familiare ubicata a Tramatza, paese della Sardegna centro occidentale. L’azienda si sviluppa su 10 ettari di superficie dove si coltivano vite, olivo e ortaggi. Tutte le produzioni sono trasformate sul posto, i vini presso la cantina e gli ortaggi presso il laboratorio alimentare aziendale. Il lavoro è ispirato e guidato da alcuni principi e criteri fondamentali che da parte di Davide, titolare di Azienda, sono stati assunti con responsabilità e puntiglio direttamente dal babbo e, prima ancora dal nonno: la difesa della biodiversità, lo sviluppo di un’agricoltura sostenibile, la ricerca per l’innovazione nella tutela del sapere della tradizione. Per questo in Azienda si coltivano unicamente varietà autoctone, come i vitigni Vernaccia di Oristano e Nieddera, gli olivi e gli ortaggi tipici del territorio. In quanto Fattoria didattica, presso l’Azienda è vivace inoltre la promozione di attività formative sul processo del cibo dalla terra alla tavola rivolte a piccoli e grandi fruitori.
Sito Web | www.famigliaorro.it

Cantina Contini
Prima Salvatore, poi Attilio, oggi Paolo e i nipoti Alessandro e Mauro: la cantina Contini è cresciuta e maturata come i vini e i successi che l’hanno resa grande, attraverso la passione e l’impegno di ben quattro generazioni. Per quasi 120 anni un unico filo conduttore, rappresentato dalla Vernaccia di Oristano, ha caratterizzato il lavoro dell’azienda Contini. Poi, negli anni, la Vernaccia è stata affiancata da altre importanti produzioni: lo storico vitigno Nieddera, i tradizionali Vermentino e Cannonau, le sperimentazioni ben riuscite come il Karmis, gli Attilio e il biologico Mamaioa. Oggi l’azienda produce una gamma completa di vini con la quale è presente in Italia e all’estero. Non smette di evolversi, sia nelle tecniche di vinificazione che nelle idee. E sarà per questo che i vini Contini resistono al tempo, perché sono vini che si amano e si ricordano per sempre.
Sito Web | www.vinicontini.com

Macelleria Momo
Appassionato norcino, Momo, nel suo spazio commerciale dispensa ai suoi clienti conoscenza e squisiti assaggi perchè con pluriennale esperienza e competenza tanto si applica nella selezione dei migliori capi locali quanto nel proposito di fare sperimentare, come fosse sempre nel corso di una degustazione, la bontà dei suoi prodotti. L’Azienda è dunque vendita delle pregiate carni del Montiferru, quelle, come la Mélina, del bovino dei piccoli allevamenti a pascolo brado, del suino che si ciba in prevalenza di ghiande e degli animali dell’aia che, invece, arrivano dalla Marmilla. Una scelta tutta orientata a mettere in luce le economie del territorio e che si manifesta, ancora, nella accurata scelta dei formaggi, dei pani e delle paste che è possibile trovare in negozio insieme con l’invito a raccogliere ciliegie che Momo, a giugno, propone puntuale agli amici per condividere ancora un suo genuino entusiasmo verso una coltivazione peculiare del suo paese.
Sito Web | www.facebook.com/MacelleriaMomo

Eya! – Distillerie Lussurgesi
Eya! e’ il primo gradevolissimo aperitivo alcolico al mirto interamente made in Sardinia ed è il più giovane dei prodotti delle Distillerie Lussurgesi di Carlo Pische che a Santu Lussurgiu, paese del versante sud orientale del Montiferru, in provincia di Oristano, ha ripreso con i distillati Abbardente e il brandy la tradizione lussurgese della distillazione del vino. Tradizione secolare che pone un ponte particolare tra le Distillerie Lussurgesi e la “Antica Dimora del Gruccione” perché alla famiglia della proprietà, nella figura di Niccolò Meloni, già nell’ 800 si riporta il merito di avere espresso in attività imprenditoriale la capacità di produrre un “Cognac” e un’”Acquavite” esportati proficuamente in Francia. Custodi di questa tradizione, come della produzione dei liquori delle essenze mediterranee, elicriso, finocchietto selvatico…, le Distillerie Lussurgesi se ne fanno interpreti sviluppando nuove ricerche e ponendosi sul mercato con idee capaci di andare sempre incontro alle esigenze dell’oggi.
Sito Web | www.distillerielussurgesi.it

Riso Passiu
L’Azienda Passiu prende avvio nel 1975 dalla capacità e lungimiranza di Genesiu Passiu che sin dall’inizio e, ben presto, coadiuvato dai figli Andrea e Felice lavora con l’obiettivo della qualità del prodotto. L’eccellenza del riso è favorita da un’area di produzione, la piana del Campidano, vocata per il concorso di fattori ottimali quali la mitezza del clima e la purezza delle acque che irrigano le risaie che si estendono per 120 ettari, a circondare una bella, lineare, casa di campagna adibita alle degustazioni. Numerosi i riconoscimenti (“Pannocchia di riso d’oro” e, più volte, medaglie d’oro al “Concorso Nazionale Produttori di Riso”) a premiare la bontà di risultati che si esprimono nell’autentico Carnaroli, considerato in ambito specialistico e amatoriale il “Re dei risi”, nell’ intenso Gange Aromatico e nell’integrale, salutistico, prezioso Riso nero “Gioiello” a testimonianza che la Famiglia sposa la tradizione, la ricerca e la sinergia con le esigenze della cucina familiare e gourmet.
Sito Web | www.agricolapassiu.it

Donnie – Il nuovo singolo!

banner

“TENCO / Insegne a forma di Coccodrillo” è il nuovo singolo di Donnie. Il brano è prodotto da Kaizer e registrato, editato e mixato da Michele Figus. Il ritornello rende omaggio a “Ciao amore, ciao” di Luigi Tenco. Il video DIY che he accompagna il nuovo pezzo del rapper sulcitano (riavvicinatosi alle scene dopo anni di pausa) è un piccolo collage di vita notturna e quotidiana routine di Carbonia, Sulcis.

“TENCO / Insegne a forma di Coccodrillo” è pubblicato da Talk About Records ed è disponibile su tutti gli store digitali e piattaforme di streaming quali Spotify, iTunes, Amazon, Deezer, Bandcamp e tanti altri.

tencoSpotify | iTunes | Apple Music | Amazon | Deezer 

Donnie Hazard, o più semplicemente Donnie – alias Donato Cherchi, è un rapper e cantante nato a Carbonia nel 1990. Dopo vari freestyle e un progressivo avvicinamento agli spettacoli dal vivo, esordisce nel 2012 con L’Alligatore Mixtape ottenendo critiche molto positive. Il lavoro, ispirato dai racconti di Massimo Carlotto, viene distribuito digitalmente da Talk About Records. Già da questo esordio si delineano i tratti stilistici che comporranno uno stile quantomai originale, dove il Rap è pesantemente influenzato dalla musica blues, sopratutto di matrice down home, e da altre musiche afroamericane come il Soul e il suono Motown. Tra i primi a proporre in Italia quello che possiamo definire “Rap Blues”, negli anni successivi divide il palco con artisti di calibro nazionale, e tra 2013 e 2014 escono i lavori in free download “MIBQ (Man In BlaQ)” e il disco “MCHS (Musica Che Ha Sete)”, prodotto da Unlimited Platform, branca digitale dell’importante etichetta/collettivo Unlimited Struggle. Prima di prendersi una lunga pausa dalla scrittura di nuovi brani, pubblica nel 2015 il singoloDonniebegood (Talk About Records) ed un lavoro indipendente, “Bastardi”, mai mixato o editato, che raccoglie brani scritti dal 2014 al 2016.

Nel 2017 Donnie si riscopre cantante di blues, in seno al duo raw blues Don Leone, producendo l’Ep “Welcome to South West”, suonando in tutta Italia e nel Sud degli Stati Uniti, vincendo la competizione nazionale Italian Blues Challenge e rappresentando l’Italia all’European Blues Challenge (Hell, Norvegia) e all’International Blues Challenge (Memphis, USA).

Dopo anni di lontananza dalla scena rap, Donnie ha ritrovato quella viscerale spinta emotiva che ha sempre contraddistinto la sua scrittura Hip Hop, che risulta ancora pesantemente contaminata dai caratteri cardine di musiche afroamericane quali blues, soul e jazz. Attualmente, lavora ad un nuovo disco, la cui uscita è prevista per l’autunno 2018.

Donnie_PromoDONNIE SU FACEBOOK | DONNIE SU INSTAGRAM

KING HOWL | EUROPEAN TOUR 2018

King-Howl-Tour-2018-Header-Corretta

Talk About Records è orgogliosa di presentare il nuovo Tour Europeo dei KING HOWL, in programma dal 15 marzo al 24 marzo 2018 in diverse città della Germania, del Belgio, dei Paesi Bassi e della Repubblica Ceca. Dopo l’uscita dell’acclamato terzo album “Rougarou” nell’estate del 2017, la heavy blues band sarda è ora pronta per il suo quarto tour europeo, che comprenderà nove concerti in altrettanti Rock’n’Roll club più uno speciale concerto radiofonico per la berlinese Alex Radio. Quattro nazioni, dieci giorni, dieci spettacoli.

15.03.2018 DE Regensburg – Alte Mälzerei
16.03.2018 DE Siegen – Vortex
17.03.2018 BE Roeselare – De Mooie Molen
18.03.2018 NL Apeldoorn – Bluescafe
19.03.2018 DE Berlin – Alex Radio Show
20.03.2018 DE Berlin – Toast Hawaii
21.03.2018 CZ Louny – Music Bar Za Zdí
22.03.2018 CZ Teplice – Knak
23.03.2018 CZ Bílina – Moskva
24.03.2018 DE Malterdingen – Blues Café

L’organizzazione del tour è stata possibile grazie alla collaborazione tra Talk About Records e Agitoriu Booking. La locandina è opera di Elena Cabitza.

King-Howl-Facebook-Poster-Corretto

 

Talk About Records is proud to present the new KING HOWL EUROPEAN TOUR, scheduled from March 15th till March 24th in different cities of Germany, Belgium, Netherlands and the Czech Republic. After the release of the acclaimed third album “Rougarou” in the summer of 2017, the heavy blues combo from Sardinia is now ready for its fourth European Tour, that will be comprised of nine club shows plus a special radio appearance for the Berlin’s Radio Alex. Four countries, ten days, ten shows.

Tour was made possible thanks to the collaboration between Talk About Records and Agitoriu Booking. Tour poster made by Elena Cabitza.

LIVE ON TAPE | SPLIT SERIES VOL.1

1_Live-on-Tape-header

Talk About Records è lieta di annunciare l’uscita del primo volume della nuova collana Live on Tape Split Series. Una serie di cassette che racchiuderanno, in ogni loro uscita, le performance live di due artisti. Un format d’ascolto iconico come quello delle Tapes ospiterà delle esclusive registrazioni di musica blues e Rock’n’Roll, catturate dal vivo ed impresse su nastro. Si comincia con il bluesman barbaricino River of Gennargentu e la One Man Band statunitense Lone Wolf.

Su un lato la musica di River of Gennargentu, catturata in una registrazione che restituisce fedelmente la dimensione live del blues singer di Barbagia, intima, bruciante, e carica di pathos. Sull’altro Il live sanguigno della One Man Band Lone Wolf, sospeso tra blues e country, punk e psychobilly.

300 Cassette nere in edizione limitata racchiuse in una cover di cartone, assemblate e numerate a mano. Download digitale degli Mp3 incluso in ogni uscita. La cassetta non verrà ristampata, quindi non perdere l’opportunità di portare a casa dell’ottimo live blues su nastro!

Ascolta lo Split e ordina la tua copia cliccando qui

River of Gennargentu
La musica di River of Gennargentu sembra arrivare direttamente dalle Hills più remote del Mississippi. Il suono è cupo, meditativo, oscuro: gli elementi del country blues sono mescolati in un blend personale, subito riconoscibile. Ha esordito nel 2015 con Taloro Ep, disco già diventato cult tra gli amanti del genere.

Lone Wolf OMB
Lone Wolf è un Lupo solitario di Miami, Florida. É un ONE MAN BAND. Bruno Esposito suona diversi strumenti contemporaneamente. Nel suo stile esecutivo è miscelato il suo amore per il blues, per la musica dei monti Appalachi, ma anche per il punk. Il battito del suo pollice sulla chitarra, il soffio dell’armonica, il banjo che suona vigoroso, la sua voce cruda e aspra e il suo stile ritmico arrivano dritti al cuore, ai piedi, alla testa, ai fianchi.



Talk About Records is pleased to announce the release of the first volume of the new Live on Tape Split Series. One cassette tape will contain, in each release, the live performances of two artists. An iconic listening format that will host exclusive Blues and Rock’n’Roll recordings, captured live and engraved on tape. The series starts now with the Sardinian bluesman River of Gennargentu and the American One Man Band Lone Wolf.

On one side the River of Gennargentu’s music, captured in a recording that faithfully reproduces the live dimension of the blues singer of Barbagia, intimate and full of pathos. On the other side the energetic performance of the One Man Band Lone Wolf, suspended between blues and country, punk and psychobilly.

300 Limited Edition black Cassette enclosed in a cardboard cover, assembled and numbered by hand. Mp3 Digital Download included. The cassette will not be re-issued, so don’t lose your opportunity to bring home some live blues on tape!

Stream the album and order your copy here

River of Gennargentu
River of Gennargentu is the new country hill bluesman Hero. In his music country blues elements are combined in a new, personal mix. The sound is dark, meditative, hypnotic. River Of Gennargentu returns to the sources of the blues with a stripped down, instinctive, ancestral sound.

Lone Wolf OMB
Lone wolf is a one-man band from Miami, Florida, that consists of Bruno Esposito playing various instruments simultaneously. His thumb thumping, harp blowing, vigorous banjo playing, raw, raspy vocals and rhythmic style is likely to excite all your senses. His love for the blues, Appalachian music and Punk really stand out in his music.


Squared Cover

LIVE ON TAPE – SPLIT SERIES VOL.1
RIVER OF GENNARGENTU / LONE WOLF OMB

 

River of Gennargentu live at Museo Ex Casa Lai 
Gavoi, Sardinia, December 28th, 2015

1. I Need To Move; 2. Jump Baby Jump (Jessie Mae Hemphill); 3. Poor Black Mattie (RL Burnside); 4. Between Troubled Waters; 5. Hard Times Killin’ Floor (Skip James) / Goin’ Down South (RL Burnside) / My Mind Wandering; 6. Someday Baby (Hammie Nixon, Sleepy John Estes); 7. Rivers

Lone Wolf OMB live at Mini-Theater de Melkbus
Dordrecht, Netherlands, June 3rd, 2015

1. Swamp Hermit; 2. Up the river; 3. Growling At The Moon Again; 4. Coal Black Maddie; 5. Flat Spell Blues; 6. Band Aid Blues; 7. Dream Sea; 8. Down At The Tracks; 9. Little Black Crow; 10. Canned Catfish Blues

Lone Wolf OMB Photo by Alex Bartole
River of Gennargentu Photo by Elena Cabitza
Artwork by Elena Cabitza

DON LEONE at IBC 2018!

DonLeone_IBC_HEADER

We are really proud to announce that DON LEONE will play at the next International Blues Challenge, one of the biggest worldwide blues festivals scheduled between the 16th and 20th of January, 2018, in Memphis, Tennesse. An incredible result for this duo coming from the Sulcis region, in Sardinia, that is due to the magnificent work of the Rome Radio Program and Music Association Mojo Station – Il Blues e le Sue Culture.

Don Leone is a blues duo born in 2016 down in south-west Sardinia. A voice, a guitar, and a vintage suitcase. Donato Cherchi and Matteo Leone mix their own musical experiences in a raw, electric blues act. Don Leone played in important Italian blues festivals like Narcao Blues, Rocce Rosse, Mojo Station Blues Festival. They won the Italian Blues Challenge 2017. After the release of the first EP “Welcome to South West,” they are now working on their first full length.

You can stream and download Don Leone’s Debut Ep “Welcome to South West” on Spotify, iTunes, DeezerAmazon, Youtube and many more. You can also order one of the last copies of the Ep Cd Version on our Store.

SPISEDDADURA 2017 | XI EDIZIONE

21105780_1929413727320447_3432994862870518739_n

Sabato 2 dicembre 2017 la Famiglia Orro rinnova un’importante tradizione: quella de Sa Spiseddadura: Il rito tradizionale della spillatura della Vernaccia di Oristano che, secondo antica tecnica, utilizza una porzione di canna sapientemente selezionata, su piseddu, da inserire in appositi fori praticati nelle botti per permettere la spillatura del prezioso vino, diventa l’occasione con cui la Famiglia Orro apre le porte della propria azienda a chi ne voglia scoprire le ricchezze, attraverso una serata dedicata alla vernaccia di Oristano in dialogo con la musica blues, la letteratura, la cultura locale e il buon cibo.

Sa Spiseddadura sarà occasione di conoscenza della cultura rurale, di circolazione del sapere degli anziani, di contatto tra i giovani del territorio e la tradizione, di confronto costruttivo tra piccole ma importanti realtà locali del nostro territorio. Presso la Azienda Orro i visitatori potranno prendere parte al rito dello Spiseddai, lungo il percorso delle tre botti contenenti le tre differenti annate di produzione (2007, 2014, 2017); gustare lo street food di qualità preparato con prodotti di eccellenza da Antica Dimora del Gruccione, Cucina.eat, Lucitta Street, Pasta Fresca da Peppe, appassionarsi alla musica blues del grande Francesco Piu accompagnato dal batterista Giovanni Gaias, della nuova promessa del blues isolano Andrea Cubeddu e dei talenti locali Bluesbreakers. Ma non è finita qui: nello spazio culturale della rivista Antas Alessandra Ghiani dialogherà con lo scrittore Eliano Cau, accompagnati da Su Cuncordu Aidos di Santu Lussurgiu.

GLI OSPITI DI SPISEDDADURA 2017

FRANCESCO PIU FEAT GIOVANNI GAIAS
Una miscela esplosiva di blues, funky e soul in chiave acustica: questa la formula del sound di Francesco Piu. Accompagnando la propria voce con strumenti quali chitarra acustica, dobro, weissenborn, banjo, lap steel e armonica, Francesco Piu negli ultimi anni si è ritagliato uno spazio di rilievo nel panorama del blues italiano ed internazionale. Dai palchi di tutta Europa (compreso il parlamento europeo di Bruxelles) fino agli Stati Uniti e al Canada: Never ending Tour, nella miglior tradizione della musica blues. Francesco Piu arriva a Santu Lussurgiu in una inedita formazione chitarra-batteria, accompagnato dal giovanissimo quanto talentuoso batterista Giovanni Gaias.

ANDREA CUBEDDU
Andrea Cubeddu è un giovanissimo cantautore blues del ’93 di origine sarda, che si muove fra i rigagnoli del Delta Blues, e gli gira intorno, con sicurezza, competenza e un fervore profano. Uno di quei bluesman che vive il Bues nella maniera più autentica e viscerale e lo suona con intensa passione, esibendosi con la sua chitarra e con la sua voce ovunque possa farlo. Il 13 maggio esce il suo primo album, Jumpin’ Up And Down, una raccolta di 12 brani autografi, un viaggio tra episodi di vita quotidiana e storie di un’antica terra, la Barbagia, il cuore della Sardegna.

BLUESBREAKERS
Un nome, una storia! Ispirati al rock/blues degli anni ’70, si immedesimiamo in quello che Johnn Mayall e Eric Clapton scrissero per lasciarlo nella nostra storia, un genere musicale che non ha confini. I Bluesbreakers sono Gianni Pireddu alla chitarra e voce, Rob Simmond al basso e Sandro Sanna alla batteria.

ANGOLO CULTURALE ANTAS
Luce e ombra, due luoghi dell’anima, due aspetti dell’essere umano. Da questa dualità prende vita la storia di Giovanni Battista Varallo e Benedetto Loy, due gesuiti impegnati in una missione popolare in mezzo agli ultimi. Un viaggio accorato ma colmo di speranza tra le vite minime del Settecento sardo, talune spezzate da dolori incontenibili, altre segnate da nefandezze. Lungo tutta la storia aleggia la presenza di “una donna più cupa di tutti, ‘Quella’”, un personaggio ineffabile, quasi un simbolo del male assoluto che i due gesuiti combattono con strenua determinazione. Alessandra Ghiani dialogherà con Eliano Cau. L’intervista sarà intervallata da alcuni brani eseguiti da Su Cuncordu Aidos di Santu Lussurgiu.

LO STREET FOOD DI SPISEDDADURA 2017

ANTICA DIMORA DEL GRUCCIONE
La “Antica Dimora del Gruccione” è operativa dal 2002 come albergo diffuso, tipologia ricettiva che, nata per la tutela delle specificità abitative esistenti, offre agli ospiti ristorazione e camere dislocate in più stabili. Realizzato, nel suo edificio principale, in una casa patrizia del XVIII secolo, l’albergo ben esprime questa particolare modalità del sostare, che la gestione, curata ancora oggi dalla proprietà originaria, ritiene debba inoltre trovare la sua coerente applicazione anche nell’offerta di un “mangiare” esclusivamente fondato sui prodotti delle piccole aziende sarde dell’agro alimentare di eccellenza e, ove mancanti, sui prodotti del commercio equo solidale. Segnalata nelle più autorevoli Guide nazionali e internazionali la “Antica Dimora del Gruccione” ha ricevuto numerosi riconoscimenti per promuovere in Sardegna un turismo di conoscenza “sostenibile” e“integrato” nel territorio, per il rispetto della persona, della biodiversità e dell’ecosistema.

CUCINA.EAT
Negozio, gastronomia, bistrot, luogo di incontri, degustazioni e tanto altro. Cucina.eat nasce nel 2013 a Cagliari, in piazza Galilei con l’idea di mettere la cultura gastronomica al centro di tutto. A partire dalla cucina, un’isola collocata la centro dello spazio con intorno un bancone a sua volta avvolto da scaffali colmi di vini, libri, conserve, arredo tavola, pasta, sughi e tutto ciò che in qualche modo si lega alla gastronomia. Da Cucina.eat si può venire per un semplice caffè, per un aperitivo, per un acquisto, per mangiare a pranzo e a cena o per fare un acquisto. In più ogni settimana viene organizzato un evento: degli incontri che vanno dalle degustazioni di vini e birre alle presentazioni di libri. Insomma, ce n’è per tutti i gusti.

LUCITTA STREET FOOD
Lucitta street food è un Food Truck, il primo in Sardegna che dal 2015, porta in strada tutta la filosofia che anima il suo Ristorante, la Chef Clelia Bandini del Ristorante Liucitta ad Arbatax, propone anche per il suo Food Truck una cucina di qualita’ alla portata di tutti .Lucitta Street food nasce per portare in giro per tutta la Sardegna e non solo le eccellenze gastronomiche del territorio Ogliastrino…Potrai trovare,in base al pescato e al periodo, Frittura del golfo di Arbatax, pesce spada dei nostri mari, tonno del mediterraneo, hamburger di pecora, panini di maialino allevato in montagna, sebadas,sorbetti agli agrumi fatti in casa, e tanto altro ancora.

PASTA FRESCA DA PEPPE
Al suo esordio una nuova attività tramatzese, nata dalla grande esperienza dello Chef Virgilio, produce pasta fesca ispirandosi alla tradizione ma senza dimenticare di innovarsi e sperimentare, come accade nel caso delle sebadas alla Vernaccia di Oristano.

23584829_10214338243878854_1252564315_n

SPISEDDADURA 2017 | XI EDIZIONE
SABATO 2 DICEMBRE 2017
Dalle 18:00 alle 24:00
FAMIGLIA ORRO, Via Verdi, Tramatza (OR)

Spillatura della Vernaccia di Oristano
Street Food: Antica Dimora del Gruccione, Cucina.eat, Lucitta

SPISEDDADURA IN BLUES 
Francesco Piu feat Giovanni Gaias
Andrea Cubeddu
Bluesbreakers

Angolo Culturale Antas / Selezioni musicali Talk About Records
INGRESSO AL CONCERTO / VISITA AZIENDA: Gratuito

INFO DETTAGLIATE: https://goo.gl/1xCzLp
info@famigliaorro.it | 347 7526617