KING HOWL – ROUGAROU

Header Facebook

 “Rougarou” is the third album by the Sardinian heavy blues band King Howl. Ten tracks of blues fueled – booze soaked Rock’n’Roll. A new proof for the band’s peculiar, distinctive sound defined through these years on the road. Here, the essential patterns of blues music are mixed again with a strong Rock’n’Roll attitude, that pushes the composition more to the side of 70’s Classic Rock, without denying the reference with other important influences like Stoner Rock, the late sixties proto-punk, the psychedelia. The tracklist is composed by 9 unreleased songs plus the band’s version of Canned Heat’s classic “On the Road Again”. “Rougarou” explores the thematic of change, of the transformation, no matter If this is linked to the growing up of a kid, the romance of traveling, a nervous breakdown, or the mutation in a werewolf.

“Rougarou” has been recorded in Sardinia and mixed at NHQ Studios, Ferrara, by Gabriele Boi. The artwork of the album is made by Elena Cabitza. The record will be released by the two Sardinian labels Talk About Records and Electric Valley Records and sponsored by the Streetwear brand REESON, and will be available from July 7th, 2017 in three different formats: digipack cd, digital (Spotify, iTunes, Deezer, Amazon, Napster etc.) and an exclusive 12’’ Vinyl edition, printed in two colors that will be distributed internationally by Clear Spot (vinyl preorders will begin July 7th and will be shipped from September 1).

4PAN1T


SPOTIFY | VINYL PREORDER DIGIPACK CD | ITUNESAMAZON | YOUTUBE DEEZER


“Rougarou” è il terzo disco della heavy blues band sarda KING HOWL. 10 tracce di boogie blues e Rock’n’Roll, una ennesima prova della peculiare impronta stilistica del gruppo, definita nel corso degli anni sulla strada, da un concerto all’altro.

In questo nuovo disco i pattern essenziali del blues vengono miscelati nuovamente attraverso una attitudine marcatamente Rock’n’Roll, che spinge le composizioni sempre più verso i territori del Classic Rock anni ’70, senza rinnegare il riferimento ad altre importanti influenze come lo Stoner Rock, il proto-punk di fine anni ’60, la psichedelia. La tracklist del disco è composta da nove brani inediti più una personale versione riarrangiata del classico dei Canned Heat “On the Road Again”. Il disco esplora la tematica del cambiamento, della trasformazione, sia questa relativa al crescita personale, al romanticismo di un viaggio, ad un esaurimento nervoso, o alla mutazione in uomo lupo.

“Rougarou” è stato registrato in Sardegna e mixato al NHQ Studio di Ferrara da Gabriele Boi. L’artwork del disco è invece opera di Elena Cabitza. L’album è prodotto grazie alla collaborazione tra due etichette sarde, la Talk About Records (casa discografica di Santu Lussurgiu che con questo disco raggiunge il traguardo delle 20 pubblicazioni) e la Electric Valley Records (etichetta del sassarese attiva da anni nei circuiti Stoner & Heavy Psych). Il disco vede la sponsorizzazione dello Streetwear brand REESON, e sarà distribuito internazionalmente dall’olandese Clear Spot in differenti formati: digitale (Spotify, iTunes, Deezer, Amazon, Napster etc.), digipack CD ed in una esclusiva versione vinile 12 pollici, disponibile in due colori diversi.

VULCANI – 2017 Edition

Vulcani-Header-Pagina

Vulcani – Blues nel Montiferru arriva quest’anno alla sua quarta edizione consecutiva. Un grande risultato per un festival indipendente, nato a Santu Lussurgiu dall’intesa tra TALK ABOUT RECORDS e l’Albergo diffuso Antica Dimora del Gruccione.

Dal cuore del Montiferru, nell’entroterra della provincia di Oristano, arriva VULCANI. Un importante appuntamento con la musica blues che giunge quest’anno alla sua terza edizione consecutiva, che arriva dopo dieci concerti di musica blues con artisti del calibro di Paolo Bonfanti, Blues against Youth, Francesco Piu, River of Gennargentu, Lisa Mills, John Drain, Paolo For Lee, Deadman Potron, Fabrizio Canale, Sunsweet Blues Revenge, Don Leone, Gavino Riva, Zamua, Andrea Cubeddu (più due puntati speciali, dedicate rispettivamente alla musica nu-trad del trio sardo-provenzale AMADA e alle colonne sonore del compositore sassarese Luigi Frassetto) ospitati dalla affascinante corte della “Antica Dimora del Gruccione”, albergo diffuso a Santu Lussurgiu, nel Montiferru. Proprio in questo straordinario angolo di Sardegna VULCANI torna per la sua edizione 2017: quattro serate estive durante le quali, nel giardino fiorito dell’Antica Dimora, si alterneranno quattro live-act diversi, con differenti carriere, visioni artistiche, tecniche, voci. Quattro espressioni lungo la strada del blues e del folk, filo conduttore di un festival intimo che pone musicisti e pubblico faccia a faccia, in un clima di condivisione totale e che fa di ogni concerto un evento speciale perché viaggio alla scoperta delle radici acustiche di una delle più incredibili musiche del XX secolo.

Dal Country Honky Tonk dell’americana Kristina Jacobsen (22 luglio) al solo show del famoso chitarrista ligure Dany Franchi (11 agosto), fino alle atmosfere alcooliche ed elettriche del quartetto cagliaritano Bad Blues (17 agosto), concludendo con l’esordio isolano di una nuova promessa, il giovanissimo Big Bon (26 agosto). Vi invitiamo a godere insieme a noi della grande musica proposta dal nostro festival, gustando il buon cibo proposto dall’Antica Dimora del Gruccione in una preziosa atmosfera conviviale, degustando un bicchiere di vino o una birra.

 

VULCANI – Blues nel Montiferru – Edizione 2017

22 Luglio 2017 | Kristina Jacobsen
11 Agosto 2017 | Dany Franchi
17 Agosto 2017 | Bad Blues
26 Agosto 2017 | Big Bon

COSTO – 25,00 € – (Ingresso, Cena informale, Prima consumazione)
ABBONAMENTO – 80,00 € (quattro serate)
PRENOTAZIONI – Tel: 0783 552035 | Mail: info@anticadimora.com

 

22 Luglio 2017 | Kristina Jacobsen
Le tre New Mexico Music Awards nomination ricevute per il suo primo album “Three Roses” possono farci capire la caratura del songwriting di Kristina Jacobsen.  La songwriter americana (Albuquerque, New Mexico) canta le sue canzoni con un leggiadro yodeling che può scaldare il cuore, gridare di rabbia, festeggiare giorni migliori con lo stesso fervore. I suoi brani parlano di famiglia, quella di sangue, quella che ognuno si sceglie: Kristina è abile con i ritratti, tratteggia i volti della Navajo County con la sua chitarra e la sua voce, unendo elementi di musica honky tonk, western e americana per creare canzoni profonde, che parlano di volti, viaggi, luoghi dell’anima. Il suo amore per la musica non si ferma sul palco: Kristina è professore di Etnomusicologia all’Università del New Mexico. Storie, accordi, voci, dal New Mexico alla Sardegna.

11 Agosto 2017Dany Franchi
Dany Franchi, classe 1990 è considerate uno dei maggiori talenti del blues italiano. Nel gennaio 2016 è semifinalista al famoso concorso americano “International Blues Challenge” di Memphis, Tennessee e, nello stesso anno, è l’unico italiano sul palco del “Dallas Guitar Festival” in Texas al fianco di grandi nomi della chitarra come Eric Gales, Robben Ford, Sonny Landreth e molti altri. Il suo ultimo disco si chiama “I Believe” ed è stato prodotto completamente negli Stati Uniti dal grande chitarrista americano Sean Carney. Dany ha calcato i più grandi palchi dei festival italiani ed Europei, suonando con grandi nomi come il bluesman Sonny Rhodes. Nel febbraio 2017 è volato in Texas per registrare il suo terzo album presso il famoso Wire Recording Studio. In un panorama cosi vasto e articolato come quello blues, Dany Franchi porta avanti la tradizione facendole allo stesso tempo respirare aria nuova, con uno stile personale e moderno.

17 Agosto 2017 | Bad Blues
I Bad Blues Quartet sono l’incontro di quattro musicisti che hanno fatto del Blues una ragione di vita. Formatisi a Cagliari nel 2014, hanno quasi subito incentrato la loro attività sulla composizione di brani inediti e un’intensa attività live. Tra il 2015 e il 2017 partecipano a vari festival sardi e nazionali come “Sulle Strade del Blues”, “Pistoia Blues” e “Mammablues”. Nel giugno del 2017 esce il loro disco d’esordio intitolato semplicemente “Bad Blues Quartet”, prodotto dal chitarrista e produttore sardo Massimo Satta.

26 Agosto 2017Big Bon
Dal Country\Blues agli antipodi del Rock ‘n Roll, un repertorio di inediti e grandi classici della storia del Blues lasciano spazio ad una libera interpretazione dell’immaginario Folkloristico Moderno. Lo studio delle sonorità “Beat” primordiali unito all’intensità tipica del punk, propongono una prospettiva diversa della quotidianità stessa. Una storia fatta di aneddoti.

Vulcani-verticale-2017

Vulcani è una produzione artistica di Talk About Records
Talk About è un’etichetta indipendente nata in Sardegna nel 2008. In questi anni si occupata della pubblicazione di dischi di musica rock’n’roll e blues, producendo artisti nazionali come River of Gennargentu, Sunsweet Blues Revenge, The Blues Against Youth, King Howl, Donnie, The Giannies, Kekem. In parallelo, è impegnata nella realizzazione di eventi musicali di vario genere, dalla creazione e produzione di festival, alla lavorazione di tour nazionali ed europei per band come King Howl, Limestone Whale, Rekkiabilly, The Giannies. Hanno parlato delle produzioni Talk About le redazioni di La Repubblica, XL, Rockit, Il Manifesto, Radio 1 Rai, Rock Hard, Buscadero, Rockit, Moby Dick Radio 2, Soda Shop (USA), Cosmic Lava (GER), Rock Times (GER), Stoner Rock GR (GRE), Musiczine (FR) e tanti altri.

Vulcani è promosso dalla Antica Dimora del Gruccione
La “Antica Dimora del Gruccione” è operativa dal 2002 come albergo diffuso, tipologia ricettiva che, nata per la tutela delle specificità abitative esistenti, offre agli ospiti ristorazione e camere dislocate in più stabili. Realizzato, nel suo edificio principale, in una casa patrizia del XVIII secolo, l’albergo ben esprime questa particolare modalità del sostare, che la gestione, curata ancora oggi dalla proprietà originaria, ritiene debba inoltre trovare la sua coerente applicazione anche nell’offerta di un “mangiare” esclusivamente fondato sui prodotti delle piccole aziende sarde dell’agro alimentare di eccellenza e, ove mancanti, sui prodotti del commercio equo solidale. Segnalata nelle più autorevoli Guide nazionali e internazionali la “Antica Dimora del Gruccione” ha ricevuto numerosi riconoscimenti per promuovere in Sardegna un turismo di conoscenza “sostenibile” e “integrato” nel territorio, per il rispetto della persona, della biodiversità e dell’ecosistema.

I Partner di VULCANI
Passione nel proprio lavoro, cultura della ricerca, promozione e tutela del territorio sono i principi che accomunano le Aziende partner di VULCANI e che hanno motivato la loro scelta di condivisione del Festival.

Famiglia Orro
Famiglia Orro è una piccola azienda Agricola e Fattoria Didattica a conduzione familiare ubicata a Tramatza, paese della Sardegna centro occidentale. L’azienda si sviluppa su 10 ettari di superficie dove si coltivano vite, olivo e ortaggi. Tutte le produzioni sono trasformate sul posto, i vini presso la cantina e gli ortaggi presso il laboratorio alimentare aziendale. Il lavoro è ispirato e guidato da alcuni principi e criteri fondamentali che da parte di Davide, titolare di Azienda, sono stati assunti con responsabilità e puntiglio direttamente dal babbo e, prima ancora dal nonno: la difesa della biodiversità, lo sviluppo di un’agricoltura sostenibile, la ricerca per l’innovazione nella tutela del sapere della tradizione. Per questo in Azienda si coltivano unicamente varietà autoctone, come i vitigni Vernaccia di Oristano e Nieddera, gli olivi e gli ortaggi tipici del territorio. In quanto Fattoria didattica, presso l’Azienda è vivace inoltre la promozione di attività formative sul processo del cibo dalla terra alla tavola rivolte a piccoli e grandi fruitori.
www.famigliaorro.it

Riso Passiu
L’Azienda Passiu prende avvio nel 1975 dalla capacità e lungimiranza di Genesiu Passiu che sin dall’inizio e, ben presto, coadiuvato dai figli Andrea e Felice lavora con l’obiettivo della qualità del prodotto. L’eccellenza del riso è favorita da un’area di produzione, la piana del Campidano, vocata per il concorso di fattori ottimali quali la mitezza del clima e la purezza delle acque che irrigano le risaie che si estendono per 120 ettari, a circondare una bella, lineare, casa di campagna adibita alle degustazioni. Numerosi i riconoscimenti (“Pannocchia di riso d’oro” e, più volte, medaglie d’oro al “Concorso Nazionale Produttori di Riso”) a premiare la bontà di risultati che si esprimono nell’autentico Carnaroli, considerato in ambito specialistico e amatoriale il “Re dei risi”, nell’ intenso Gange Aromatico e nell’integrale, salutistico, prezioso Riso nero “Gioiello” a testimonianza che la Famiglia sposa la tradizione, la ricerca e la sinergia con le esigenze della cucina familiare e gourmet.
www.agricolapassiu.it

Macelleria Momo
Appassionato norcino, Momo, nel suo spazio commerciale dispensa ai suoi clienti conoscenza e squisiti assaggi perchè con pluriennale esperienza e competenza tanto si applica nella selezione dei migliori capi locali quanto nel proposito di fare sperimentare, come fosse sempre nel corso di una degustazione, la bontà dei suoi prodotti. L’Azienda è dunque vendita delle pregiate carni del Montiferru, quelle, come la Mélina, del bovino dei piccoli allevamenti a pascolo brado, del suino che si ciba in prevalenza di ghiande e degli animali dell’aia che, invece, arrivano dalla Marmilla. Una scelta tutta orientata a mettere in luce le economie del territorio e che si manifesta, ancora, nella accurata scelta dei formaggi, dei pani e delle paste che è possibile trovare in negozio insieme con l’invito a raccogliere ciliegie che Momo, a giugno, propone puntuale agli amici per condividere ancora un suo genuino entusiasmo verso una coltivazione peculiare del suo paese.
www.facebook.com/MacelleriaMomo

Eya! – Distillerie Lussurgesi
Eya! e’ il primo gradevolissimo aperitivo alcolico al mirto interamente made in Sardinia ed è il più giovane dei prodotti delle Distillerie Lussurgesi  di Carlo Pische che a Santu Lussurgiu, paese del versante sud orientale del Montiferru, in provincia di Oristano,  ha ripreso con i distillati Abbardente e il brandy  la tradizione lussurgese della distillazione del vino. Tradizione secolare che pone un ponte particolare tra le Distillerie Lussurgesi e la “Antica Dimora del Gruccione” perché alla famiglia  della proprietà, nella figura di Niccolò Meloni, già nell’ 800 si riporta il merito di avere espresso  in attività imprenditoriale  la capacità di produrre un “Cognac” e un’ “Acquavite” esportati proficuamente in Francia. Custodi di questa tradizione, come della produzione dei liquori delle essenze mediterranee, elicriso, finocchietto selvatico…, le Distillerie Lussurgesi se ne fanno interpreti sviluppando nuove ricerche e ponendosi sul mercato con idee capaci di andare sempre incontro alle esigenze dell’oggi.
www.distillerielussurgesi.it

Vulcani presenta | Luigi Frassetto “Ora Blu”

header-vulcani-presenta

 

Vulcani – Blues nel Montiferru arriva quest’anno alla sua quarta edizione consecutiva. Un grande risultato per un festival indipendente, nato a Santu Lussurgiu dall’intesa tra TALK ABOUT RECORDS e l’Albergo diffuso Antica Dimora del Gruccione.

Già dall’anno scorso, il fitto programma del festival è stato arricchito da una ulteriore giornata in cui si sono percorse strade musicali diverse da quelle del blues e della roots music americana, proprie della normale proposta artistica della rassegna. “VULCANI PRESENTA” è cominciato così un anno fa con il concerto del trio sardo – occitano AMADA, e torna quest’anno tra poco meno di un mese, il primo di luglio 2017, con il concerto inedito “Ora Blu” che il giovane compositore Luigi Frassetto ha preparato in occasione di VULCANI.

Luigi Frassetto è un musicista, compositore e produttore di Sassari. Ha frequentato il SAE Institute di Londra, conseguendo il titolo di Bachelor of Recording Arts. Durante la sua permanenza in Inghilterra, durata sette anni, Frassetto, musicofilo e cinefilo in egual misura, frequenta l’ambiente del cinema underground, partecipando a diverse produzioni filmiche come compositore di musiche originali. Al momento il musicista si è ristabilito nella natia Sassari per preparare un nuovo lavoro di studio, mantenendo nel mentre una fitta attività concertistica e di compositore di colonne sonore. Ora Blu è un “concerto da cortile” in cui strumenti tradizionali si mescolano all’elettronica, creando atmosfere rarefatte che rimandano alle sonorità tipiche della RCA Italiana degli anni ’60/’70, che accomunavano la musica leggera e quella per film, proiettandole nel futuro. Luigi Frassetto (chitarre e campionatori) esegue sue composizioni originali, inframmezzate da rielaborazioni di brani storici della musica italiana, accompagnato da Gianni Lubinu al basso e Marco Valentino al violino e alle tastiere.

Il concerto di Luigi Frassetto farà da anteprima alla nuova edizione del festival Vulcani, che come ogni anno sarà dedicato alla musica blues e folk americana e sarà diviso in 4 diversi appuntamenti, in programma per le giornate di 22 luglio, 11 agosto, 17 agosto e 26 agosto. Vi invitiamo a godere insieme a noi della grande musica proposta dal nostro festival, gustando il buon cibo proposto dall’Antica Dimora del Gruccione in una preziosa atmosfera conviviale, magari degustando un bicchiere di vino o una birra. Appuntamento al primo di luglio.

Vulcani presenta: LUIGI FRASSETTO – “ORA BLU”
Sabato 1 Luglio 2017, Ore 20:00
Antica Dimora del Gruccione
Via Michele Obinu 31, Santu Lussurgiu

COSTO – 25,00 € a persona
(Ingresso, Cena informale, Prima consumazione)

PRENOTAZIONI (Posti limitati)
Tel: 0783 552035 | Mail: info@anticadimora.com

luigi frassetto locandina-01

 

Vulcani è una produzione artistica di Talk About Records.

Talk About è un’etichetta indipendente nata in Sardegna nel 2008. In questi anni si occupata della pubblicazione di dischi di musica rock’n’roll e blues, producendo artisti nazionali come River of Gennargentu, Sunsweet Blues Revenge, The Blues Against Youth, King Howl, Donnie, The Giannies, Kekem. In parallelo, è impegnata nella realizzazione di eventi musicali di vario genere, dalla creazione e produzione di festival, alla lavorazione di tour nazionali ed europei per band come King Howl, Limestone Whale, Rekkiabilly, The Giannies. Hanno parlato delle produzioni Talk About le redazioni di La Repubblica, XL, Rockit, Il Manifesto, Radio 1 Rai, Rock Hard, Buscadero, Rockit, Moby Dick Radio 2, Soda Shop (USA), Cosmic Lava (GER), Rock Times (GER), Stoner Rock GR (GRE), Musiczine (FR) e tanti altri.


Vulcani è promosso dalla Antica Dimora del Gruccione.

La “Antica Dimora del Gruccione” è operativa dal 2002 come albergo diffuso, tipologia ricettiva che, nata per la tutela delle specificità abitative esistenti, offre agli ospiti ristorazione e camere dislocate in più stabili. Realizzato, nel suo edificio principale, in una casa patrizia del XVIII secolo, l’albergo ben esprime questa particolare modalità del sostare, che la gestione, curata ancora oggi dalla proprietà originaria, ritiene debba inoltre trovare la sua coerente applicazione anche nell’offerta di un “mangiare” esclusivamente fondato sui prodotti delle piccole aziende sarde dell’agro alimentare di eccellenza e, ove mancanti, sui prodotti del commercio equo solidale. Segnalata nelle più autorevoli Guide nazionali e internazionali la “Antica Dimora del Gruccione” ha ricevuto numerosi riconoscimenti per promuovere in Sardegna un turismo di conoscenza “sostenibile” e “integrato” nel territorio, per il rispetto della persona, della biodiversità e dell’ecosistema.


I Partner di VULCANI

Passione nel proprio lavoro, cultura della ricerca, promozione e tutela del territorio sono i principi che accomunano le Aziende partner di VULCANI e che hanno motivato la loro scelta di condivisione del Festival.

Famiglia Orro
Famiglia Orro è una piccola azienda Agricola e Fattoria Didattica a conduzione familiare ubicata a Tramatza, paese della Sardegna centro occidentale. L’azienda si sviluppa su 10 ettari di superficie dove si coltivano vite, olivo e ortaggi. Tutte le produzioni sono trasformate sul posto, i vini presso la cantina e gli ortaggi presso il laboratorio alimentare aziendale. Il lavoro è ispirato e guidato da alcuni principi e criteri fondamentali che da parte di Davide, titolare di Azienda, sono stati assunti con responsabilità e puntiglio direttamente dal babbo e, prima ancora dal nonno: la difesa della biodiversità, lo sviluppo di un’agricoltura sostenibile, la ricerca per l’innovazione nella tutela del sapere della tradizione. Per questo in Azienda si coltivano unicamente varietà autoctone, come i vitigni Vernaccia di Oristano e Nieddera, gli olivi e gli ortaggi tipici del territorio. In quanto Fattoria didattica, presso l’Azienda è vivace inoltre la promozione di attività formative sul processo del cibo dalla terra alla tavola rivolte a piccoli e grandi fruitori.

Davide Orro | info@famigliaorro.it
Sito Web | www.famigliaorro.it

Riso Passiu
L’Azienda Passiu prende avvio nel 1975 dalla capacità e lungimiranza di Genesiu Passiu che sin dall’inizio e, ben presto, coadiuvato dai figli Andrea e Felice lavora con l’obiettivo della qualità del prodotto. L’eccellenza del riso è favorita da un’area di produzione, la piana del Campidano, vocata per il concorso di fattori ottimali quali la mitezza del clima e la purezza delle acque che irrigano le risaie che si estendono per 120 ettari, a circondare una bella, lineare, casa di campagna adibita alle degustazioni. Numerosi i riconoscimenti (“Pannocchia di riso d’oro” e, più volte, medaglie d’oro al “Concorso Nazionale Produttori di Riso”) a premiare la bontà di risultati che si esprimono nell’autentico Carnaroli, considerato in ambito specialistico e amatoriale il “Re dei risi”, nell’ intenso Gange Aromatico e nell’integrale, salutistico, prezioso Riso nero “Gioiello” a testimonianza che la Famiglia sposa la tradizione, la ricerca e la sinergia con le esigenze della cucina familiare e gourmet.

Felice Passiu | info@agricolapassiu.it
Sito Web | www.agricolapassiu.it

Macelleria Momo
Appassionato norcino, Momo, nel suo spazio commerciale dispensa ai suoi clienti conoscenza e squisiti assaggi perchè con pluriennale esperienza e competenza tanto si applica nella selezione dei migliori capi locali quanto nel proposito di fare sperimentare, come fosse sempre nel corso di una degustazione, la bontà dei suoi prodotti. L’Azienda è dunque vendita delle pregiate carni del Montiferru, quelle, come la Mélina, del bovino dei piccoli allevamenti a pascolo brado, del suino che si ciba in prevalenza di ghiande e degli animali dell’aia che, invece, arrivano dalla Marmilla. Una scelta tutta orientata a mettere in luce le economie del territorio e che si manifesta, ancora, nella accurata scelta dei formaggi, dei pani e delle paste che è possibile trovare in negozio insieme con l’invito a raccogliere ciliegie che Momo, a giugno, propone puntuale agli amici per condividere ancora un suo genuino entusiasmo verso una coltivazione peculiare del suo paese.

Cosimo Sassu | macelleriamomo@tiscali.it
Sito Web | www.facebook.com/MacelleriaMomo

Eya!
Eya! e’ il primo gradevolissimo aperitivo alcolico al mirto interamente made in Sardinia ed è il più giovane dei prodotti delle Distillerie Lussurgesi  di Carlo Pische che a Santu Lussurgiu, paese del versante sud orientale del Montiferru, in provincia di Oristano,  ha ripreso con i distillati Abbardente e il brandy  la tradizione lussurgese della distillazione del vino. Tradizione secolare che pone un ponte particolare tra le Distillerie Lussurgesi e la “Antica Dimora del Gruccione” perché alla famiglia  della proprietà, nella figura di Niccolò Meloni, già nell’ 800 si riporta il merito di avere espresso  in attività imprenditoriale  la capacità di produrre un “Cognac” e un’ “Acquavite” esportati proficuamente in Francia.  Custodi di questa tradizione, come della produzione dei liquori delle essenze mediterranee, elicriso, finocchietto selvatico…, le Distillerie Lussurgesi se ne fanno interpreti sviluppando nuove ricerche e ponendosi sul mercato con idee capaci di andare sempre incontro alle esigenze dell’oggi.

Carlo Pische | info@abbardente.it
Sito Web | www.distillerielussurgesi.it

 

TALK ABOUT welcomes S A R R A M

sarram-header-1-01We’re proud to announce a new special project. For this time, we shift from our Rock’n’Roll/Blues focus to release a record that blend ambient guitar sounds with the naturalistic imaginary of the magical island of Sardinia.

We proudly announce the release of “A Bolu, in C”, Debut album of S A R R A M.

In Sardinian language, the meaning of “A Bolu” is connected with the flight, with the velocity, with doing a task with ease and rapidity. For this reason, the meaning of  “A Bolu” is related to the extemporization of verses and rhymes, of sounds and patterns. Here the concept of “A Bolu” merges with the work of S A R R A M and with his solo album. The debut album of this ambient musician coming from Nuoro (Center Sardinia) is composed of one side – everlasting track of 37 minutes, all played by one guitar (no synths or percussions) that improvises a harmonic journey moving through the exploration of different scales, surrounded by an electric, ethereal Drone soundscape.

This ambient/drone Joint is embellished by the Album artwork, which serves as a visual counterpart to the sound suggestions of “A Bolu”. Here the music of S A R R A M meets the naturalistic shootings of Bobore Frau, a Sardinian photographer that took 10 different photos framing moments of Barbagia, inland mountain territory of Sardinia, where S A R R A M currently lives. Every photo exists in ten copies (10X10=100), one for every copy of “A Bolu”.

S A R R A M is Valerio Marras, also the guitarist of Thank U For Smoking, Charun, Spheres, and his first solo album “A Bolu, in C” was recorded, mixed and mastered by Nicola Olla at Blacktooth studio in Cagliari.

“A bolu, in C” will be out on February 10th in 100 digipack hand-numbered copies. 
sarram_web-3

S A R R A MPhoto by Bobore Frau

 

 

DON LEONE – WELCOME TO SOUTH WEST

banner

Anticipato dal video del primo brano del disco Be my Woman (diretto da Alessandro Corgiolu), “Welcome to South West” è il primo disco di DON LEONE, un duo raw blues composto da Donato Cherchi e Matteo Leone. Si sono incontrati nella loro terra, il Sud Ovest dell’Isola di Sardegna, ed hanno deciso di unire lo storytelling Rap Blues di Donnie (già uscito per Talk About con L’Alligatore Mixtape e Donniebegood) allo stile Delta Blues che da tempo contraddistingue la carriera del polistrumentista Matteo Leone (già con Snake Platform, Carovana Folk, Redneck Riders). Chitarre slide, voci rauche e battiti di mani per tenere il tempo. Viaggiano di città in città per far sentire il suono delle strade di campagna del Sulcis, che sono piene di incroci, come quelle paludose delle storie del blues.

Il 18 gennaio 2016 la collana DIY BLUES EP di Talk About Records, dopo i grandi risultati di River of Gennargentu, DD&A e Sunsweet Blues Revenge, aggiunge un altro importante tassello al Blues Made in Sardinia, fatto da musicisti giovani, contraddistinti da uno stile nuovo, schietto, originale. Programmato in 150 Copie fatte in casa, come vuole la miglior tradizione DO IT YOURSELF, “Welcome to South West” vi da il benvenuto in un Sulcis polveroso dove i dettami del Down Home Blues servono a rimescolare e stravolgere brani presi direttamente dall’American SongBook e dalle Prison Songs raccolte da Alan Lomax (Be my Woman, Black Mountain, Oh, Mary), messi accanto a rivisitazioni (vere e proprie riscritture) di classici appartenenti ad altri ambienti musicali, dagli Iron Maiden (The Number of the Beasti) a Drake (Hotline Bling).

cover_cd
STREAMING | LIMITED EDITION CD
DON LEONE – Welcome to South West

Donnie – Desperate Vocals
Leone – Guitar, Dobro, Drums, Piano, Vocals

Recorded and Mixed by Luca Fresu at Diapason Reconding Studio.
Mastered by Roberto Mascia.

Capodanno a Santu Lussurgiu

header-03

L’Amministrazione Comunale di Santu Lussurgiu, in collaborazione con TALK ABOUT RECORDS e la PROLOCO, vi invita a passare la notte di Capodanno nel centro del Montiferru, accompagnati dalla buona musica e dal buon cibo. Sul palco di Piazza Mercato si alterneranno due grandi formazioni isolane: I sassaresi Blaxplosion proporranno una scaletta devota alla grande Black Music, mentre i Breakin Down, quartetto olbiese dal respiro internazionale, saranno protagonisti di un grande spettacolo di Hard Rock’n’Roll, diviso tra brani inediti e cover d’autore.


PROGRAMMA
Ore 21:00 | Cena in piazza a base di prodotti locali
Ore 21:30 | BLAXPLOSION e BREAKIN DOWN in concerto
A seguire | Dj Set/Balli in piazza

INFO e PRENOTAZIONI | 320 2661556 (Stefania)
www.comunesantulussurgiu.it
www.talkaboutrecords.net


capodanno2017web-01


 BlaxPlosion

Blaxplosion in principio era un Quasi Trio, un duo di musica acustica formato da Alain Pattitoni alla voce e chitarra ed Edoardo Meledina (Astral Farm/Stone Seeds) al contrabbasso. Alla formazione si unisce poi il cantate Paulinho, ex membro della storica reggae band Train To Roots: la sua entrata caratterizza il sound dei Quasi Trio, dirigendolo sempre di più verso i territori della black music. Infine si unisce alla formazione il batterista Carlo Manca (Arawak/Astral Farm). Di conseguenza il contrabbasso divenne un basso elettrico e la chitarra semi-acustica divenne una telecaster. Il repertorio è cronologico, dagli anni sessanta ai giorni nostri, tutto fatto di black music, quindi soul, funk, R&B passando per il Jazz. GROOVE!


 Breakin Down

I Breakin Down suonano Hard Rock’n’Roll, quello sudato e suonato a volume alto. La band nasce nel 1999 da un’idea di Simone Piu e Francesco Manna. Tra il 2004 e il 2005 la formazione si arricchisce del chitarrista Mauro Eretta e del batterista Claudio Derosas. Nell’Agosto del 2009 i Breakin Down registrano il primo demo intitolato Radio Inferno. Nel 2009 incontrano Fabrizio Simoncioni e l’anno dopo decidono di raggiungerlo in Texas, al Sonic Ranch Studio di El Paso, dove registrano il primo album ufficiale Miss California, che viene pubblicato il 25 dicembre del 2011. Nel febbraio 2012 partono per un tour di 10 date europee, tra Germania, Olanda e Ungheria. Nel Giugno dello stesso anno esce il video ufficiale del singolo Miss California Hell A., prodotto e diretto da Mirko De Angelis della Machete Productions. Il singolo viene trasmesso sulle radio nazionali ed è presente su compilation come Rockhard, MEI, Hardsounds. Ad agosto mini-tour in Ungheria dove si esibiscono anche al Rock Circus Fest di Szeged, aprono il concerto di Stef Burns a Olbia. Nell’estate 2013 cambiano line-up ed entra alla batteria Fabrizio Murgia. A Marzo 2014 Registrano il nuovo album “Judas Kiss” ai Revolver Studios di Guidonia Montecelio, prodotto da Walter Babbini e masterizzato da Howie Weinberg presso “Howie Weinberg Mastering Studio” (Los Angeles – CA). Dopo la Release del nuovo Album (21 Marzo 2015), la band si prepara per un nuovo tour che attraverserà tutta l’Europa, “TheTourTure” (dal nord Italia a Budapest, da qui fino a Madrid). Durante il Tour girano a Parigi il video del nuovo singolo “The Long Goodbye”. Il 2016 vede un nuovo cambio di Line Up, al posto di Francesco Manna entra alla chitarra Luca Desini.

VULCANI – Blues nel Montiferru 2016

 

Vulcani3_header4-01

Dal cuore del Montiferru, nell’entroterra della provincia di Oristano, arriva VULCANI. Un importante appuntamento con la musica blues che giunge quest’anno alla sua terza edizione consecutiva, che arriva dopo dieci concerti di musica blues con artisti del calibro di Paolo Bonfanti, Blues against Youth, Francesco Piu, River of Gennargentu, Lisa Mills, John Drain, Paolo For Lee, Deadman Potron, Fabrizio Canale, Sunsweet Blues Revenge (più una puntata speciale, dedicata alla musica nu-trad del trio sardo-provenzale AMADA) ospitati dalla affascinante corte della “Antica Dimora del Gruccione”, albergo diffuso a Santu Lussurgiu, nel Montiferru. Proprio in questo straordinario angolo di Sardegna VULCANI torna per lasua edizione 2016: quattro serate estive durante le quali, nel giardino fiorito dell’Antica Dimora, si alterneranno quattro live-act diversi, con differenti carriere, visioni artistiche, tecniche, voci. Quattro espressioni lungo la strada del blues e del folk, filo conduttore di un festival intimo che pone musicisti e pubblico faccia a faccia, in un clima di condivisione totale e che fa di ogni concerto un evento speciale perché viaggio alla scoperta delle radici acustiche di una delle più incredibili musiche del XX secolo.

31 Luglio 2016 | Andrea Cubeddu
05 Agosto 2016 | Gavino Riva
16 Agosto 2016 | Don Leone
19 Agosto 2016 | Zamua

COSTO – 25,00 €
(Ingresso, Cena informale, Prima consumazione)
ABBONAMENTO – 80,00 € (quattro serate)

PRENOTAZIONI
Tel: 0783 552035
Mail: info@anticadimora.com

31 Luglio 2016 | ANDREA CUBEDDU
Andrea Cubeddu è nato ad Orani nel 1993. E’ un chitarrista di blues elettrico, post bellico. E’ andato a scuola con i dischi di Albert King, Buddy Guy, Magic Sam, Albert Collins, poi ha cominciato a suonare per strada, dedicandosi al blues più antico, radicato nelle tradizioni della popolazione afroamericana del Delta del Mississippi: Robert Johnson, Muddy Waters, Son House. Attualmente, suona sopratutto per strada: “Stare a contatto con le persone da la possibilità di confrontarsi con varie culture, con le esperienze, le vite vissute dagli altri, mi permette di crescere interiormente e di avere ancora più spunti per scrivere le mie canzoni”.

05 Agosto 2016 | GAVINO RIVA
Gavino Riva, classe 1955, è un bassista, compositore musicista poliedrico, zingaro disincantato senza fissa dimora artistica. Dopo aver militato in diverse formazioni blues-rock isolane, il suo progetto solista, introdotto dal disco “Canzoni dal basso”, nasce nel 2007. Le sue composizioni sono caratterizzate da un mix fra blues, sonorità etniche e jazz. Musica intrisa di alcool e tabacco, un set in solo: basso, voce, loop station, cuore.

16 Agosto 2016 | DON LEONE
Don Leone è un duo blues composto da Donato Cherchi e Matteo Leone. Chitarre slide, battiti di mani e voci rauche. Nell’attesa di pubblicare il loro EP d’esordio, vanno di città in città a far sentire il suono delle strade di campagna del Sulcis, che sono piene di incroci, come quelle paludose delle storie del blues.

19 Agosto 2016 | ZAMUA
Le origini di Zamua si dividono tra la Sardegna e il Burundi. Parigino d’adozione, suona la chitarra è canta. Dice sempre che la musica è entrata nella sua vita come un bisogno di stabilire un ponte fra le sue radici, europee ed africane. Forse è per questo che la sua musica non ha confini: sulle tracce di un percorso battuto per oltre dieci anni, Zamua continua un percorso esplorativo delle sue diverse identità musicali, tra vibrazioni soul, blues, folk, jazz, reggae.

Vulcani3_cartolina-01

Artwork by CABY


Vulcani è una produzione artistica di TALK ABOUT RECORDS.
Talk About è un’etichetta indipendente nata in Sardegna nel 2008. In questi anni si occupata della pubblicazione di dischi di musica rock’n’roll e blues, producendo artisti nazionali come River of Gennargentu, Sunsweet Blues Revenge, The Blues Against Youth, King Howl, Donnie, The Giannies, Kekem. In parallelo, è impegnata nella realizzazione di eventi musicali di vario genere, dalla creazione e produzione di festival, alla lavorazione di tour nazionali ed europei per band come King Howl, Limestone Whale, Rekkiabilly, The Giannies. Hanno parlato delle produzioni Talk About le redazioni di La Repubblica, XL, Rockit, Il Manifesto, Radio 1 Rai, Rock Hard, Buscadero, Rockit, Moby Dick Radio 2, Soda Shop (USA), Cosmic Lava (GER), Rock Times (GER), Stoner Rock GR (GRE), Musiczine (FR) e tanti altri.

Direttore Artistico | Diego Pani

Vulcani è promosso dalla Antica Dimora del Gruccione
La “Antica Dimora del Gruccione” è operativa dal 2002 come albergo diffuso, tipologia ricettiva che, nata per la tutela delle specificità abitative esistenti, offre agli ospiti ristorazione e camere dislocate in più stabili. Realizzato, nel suo edificio principale, in una casa patrizia del XVIII secolo, l’albergo ben esprime questa particolare modalità del sostare, che la gestione, curata ancora oggi dalla proprietà originaria, ritiene debba inoltre trovare la sua coerente applicazione anche nell’offerta di un “mangiare” esclusivamente fondato sui prodotti delle piccole aziende sarde dell’agro alimentare di eccellenza e, ove mancanti, sui prodotti del commercio equo solidale. Segnalata nelle più autorevoli Guide nazionali e internazionali la “Antica Dimora del Gruccione” ha ricevuto numerosi riconoscimenti per promuovere in Sardegna un turismo di conoscenza “sostenibile” e “integrato” nel territorio, per il rispetto della persona, della biodiversità e dell’ecosistema.

Operating Manager | Lucilla Empatia Speciale



I Partner di VULCANI

Passione nel proprio lavoro, cultura della ricerca, promozione e tutela del territorio sono i principi che accomunano le Aziende partner di VULCANI e che hanno motivato la loro scelta di condivisione del Festival.

CANTINA FAMIGLIA ORRO
Famiglia Orro è una piccola azienda Agricola e Fattoria Didattica a conduzione familiare ubicata a Tramatza, paese della Sardegna centro occidentale. L’azienda si sviluppa su 10 ettari di superficie dove si coltivano vite, olivo e ortaggi. Tutte le produzioni sono trasformate sul posto, i vini presso la cantina e gli ortaggi presso il laboratorio alimentare aziendale. Il lavoro è ispirato e guidato da alcuni principi e criteri fondamentali che da parte di Davide, titolare di Azienda, sono stati assunti con responsabilità e puntiglio direttamente dal babbo e, prima ancora dal nonno : la difesa della biodiversità, lo sviluppo di un’agricoltura sostenibile, la ricerca per l’innovazione nella tutela del sapere della tradizione. Per questo in Azienda si coltivano unicamente varietà autoctone, come i vitigni Vernaccia di Oristano e Nieddera, gli olivi e gli ortaggi tipici del territorio. In quanto Fattoria didattica, presso l’ Azienda è vivace inoltre la promozione di attività formative sul processo del cibo dalla terra alla tavola rivolte a piccoli e grandi fruitori.

Davide Orro | info@famigliaorro.it
Sito Web | www.famigliaorro.it

AZIENDA AGRICOLA PASSIU
L’Azienda prende avvio nel 1975 dalla capacità e lungimiranza di Genesiu Passiu che sin dall’inizio e, ben presto, coadiuvato dai figli Andrea e Felice lavora con l’obiettivo della qualità del prodotto. L’eccellenza del riso è favorita da un’area di produzione, la piana del Campidano, vocata per il concorso di fattori ottimali quali la mitezza del clima e la purezza delle acque che irrigano le risaie che si estendono per 120 ettari , a circondare una bella, lineare, casa di campagna adibita alle degustazioni. Numerosi i riconoscimenti (“Pannocchia di riso d’oro” e, più volte, medaglie d’oro al “Concorso Nazionale Produttori di Riso”) a premiare la bontà di risultati che si esprimono nell’autentico Carnaroli, considerato in ambito specialistico e amatoriale il “Re dei risi”, nell’ intenso Gange Aromatico e nell’integrale, salutistico, prezioso Riso nero “Gioiello” a testimonianza che la Famiglia sposa la tradizione, la ricerca e la sinergia con le esigenze della cucina familiare e gourmet.

Felice Passiu | info@agricolapassiu.it
Sito Web | www.agricolapassiu.it

Macelleria MOMO
Appassionato norcino, Momo, nel suo spazio commerciale dispensa ai suoi clienti conoscenza e squisiti assaggi perchè con pluriennale esperienza e competenza tanto si applica nella selezione dei migliori capi locali quanto nel proposito di fare sperimentare, come fosse sempre nel corso di una degustazione, la bontà dei suoi prodotti. L’Azienda è dunque vendita delle pregiate carni del Montiferru, quelle, come la Mélina, del bovino dei piccoli allevamenti a pascolo brado, del suino che si ciba in prevalenza di ghiande e degli animali dell’aia che, invece, arrivano dalla Marmilla. Una scelta tutta orientata a mettere in luce le economie del territorio e che si manifesta, ancora, nella accurata scelta dei formaggi, dei pani e delle paste che è possibile trovare in negozio insieme con l’invito a raccogliere ciliegie che Momo, a giugno, propone puntuale agli amici per condividere ancora un suo genuino entusiasmo verso una coltivazione peculiare del suo paese.

Cosimo Sassu | macelleriamomo@tiscali.it
Sito Web | www.facebook.com/MacelleriaMomo

VULCANI presenta AMADA

amada-03.jpg

Prima di tornare con la terza edizione, in programma tra la fine di luglio e gli inizi di agosto 2016, VULCANI ha il piacere di presentarvi un evento fuori cartellone, grazie al quale, per una volta, si abbandonerà la traccia stilistica blues della rassegna in favore di un concerto speciale, dedicato a una produzione originale che unisce la musica della Sardegna alla tradizione occitana dei trovatori, filtrando queste due importanti musiche attraverso l’improvvisazione e il jazz.

E’ con piacere che vi invitiamo al concerto del trio AMADA.

AMADA è una produzione originale che dal 2012 vede insieme due musicisti sardi, Nico Casu e Gianluca Dessi’, da anni attivi nel campo della musica popolare, e Renat Sette, erede della tradizione occitana dei trovatori. Il duo sardo formatosi nel 2011 come Elva Lutza è riuscito a catalizzare l’attenzione del pubblico e degli addetti ai lavori: una proposta fresca e nuova che mescola tradizione folk (con particolare attenzione alla musica balcanica e sarda) e improvvisazione jazzistica. Vincitori del Premio Andrea Parodi nel 2011, e, nel 2015, del Premio Mario Cervo, proprio con il disco Amada. Renat Sette è cantante dell’Alta Provenza, forse il più carismatico fra gli esponenti del revival della musica provenzale. Conosciuto per le sue performances a-capella e per le collaborazioni con i gruppi musicali dei paesi del mediterraneo.

AMADA nasce dalla stima reciproca, dalla voglia di confronto, dalla volontà di dare nuovo soffio e stimoli alle musiche di tradizione. Buona parte della produzione è dedicata ai repertori sacri e para-liturgici della Sardegna e dell’Occitania. Sorprendente e convincente la ricchezza dei repertori musicali della Provenza e della Sardegna, straordinario l’incontro tra il canto tradizionale e l’improvvisazione jazzistica. Ne deriva un concerto affascinante dai molti accenti, fuori dal tempo eppure contemporaneo, minoritario e parimenti universale.

Assistere al Concerto di Amada – come accade per VULCANI – significa godere di buona musica, gustare il buon cibo proposto dall’Antica Dimora del Gruccione, rilassarsi in una preziosa atmosfera conviviale, magari degustando un bicchiere di vino o una birra.

Vulcani presenta: AMADA in concerto
Venerdì 1 Luglio 2016, Ore 20:00
Antica Dimora del Gruccione, Via Michele Obinu 31, Santu Lussurgiu

COSTO – 25,00 € a persona
(Ingresso, Cena informale, Prima consumazione)

PRENOTAZIONI (Posti limitati)
Tel: 0783 552035 | Mail: info@anticadimora.com

ABETONENDE. Mini-festival di musica tradizionale sarda

Abetonende-FB

Abetone Music Bar e Bulls and Buffaloes, in collaborazione con Talk About Records, vi invitano alla prima edizione di Abetonende, mini-festival dedicato alla musica popolare della Sardegna, in programma giovedì 16, venerdì 17 e sabato 18 giugno 2016.

Questo festival è una sfida. Il bar cittadino più attivo di tutta Sassari, da sempre attento ai generi musicali più disparati, che in questi anni di copiosa attività live ha dato ampio spazio al cantautorato, al Rock e ad altre forme della popular music, ospitando spesso ospiti nazionali di rilievo (Appino, Davide Toffolo dei Tre Allegri Ragazzi Morti, The Sleeping Three tra gli altri) ha deciso di stupire il pubblico inserendo all’interno della propria programmazione un viaggio alle radici della musica della Sardegna, che spesso viene snobbata dai contesti “alternativi” e dai club cittadini.

La musica tradizionale sarà protagonista di Abetonende attraverso il canto, gli strumenti tradizionali, le danze. Quattro diversi appuntamenti divisi per tre giornate di festival. Quattro differenti esempi di musica della Sardegna, suonata e cantata da musicisti che arriveranno all’Abetone Music Bar da diversi angoli dell’isola, portando ognuno la propria personale esperienza e differente visione musicale: da quella legata a singoli repertori tradizionali, caratteristici di un paese o di una ristretta area geografica, alle sperimentazioni strumentali e vocali legate ai contesti più ampi della world music. Dalle voci di petto a quelle gutturali, dal suono delle chitarre a quello dell’organetto e delle Launeddas, unite in uno stesso programma a rappresentare l’infinita ricchezza culturale della musica della Sardegna.

Giovedì 16 giugno, giorno inaugurale della rassegna, vedrà protagonisti Francesco Pilu e Gianluca Dessi dei Cordas et Cannas, che saranno impegnati in un set sospeso tra brani autografi, danze tradizionali e sperimentazioni dello storico gruppo olbiese, conosciuto ed apprezzato nel panorama world music internazionale da ormai oltre trent’anni.

Venerdì 17 giugno vedrà invece ospiti su Cuncordu Sas Bator Colonnas di Scano Montiferro, formazione composta da quattro giovani cantori che porterà all’Abetone un repertorio composto da brani della tradizione corale del paese del Montiferru, contraddistinto dalla presenza delle voci gutturali nelle parti di su Bassu e de Sa Contra.

Sabato 18 giugno chiusura del festival con un doppio appuntamento. Il primo ospite della serata sarà Ignazio Cadeddu, chitarrista di Assolo (Marmilla) impegnato da anni in una personale ricerca dello strumento volta a riproporre sulla sua chitarra musiche e danze sarde spesso originarie di repertori di altri strumenti come le Launeddas, con particolare attenzione alla tecnica tradizionale del pizzicato. Il chitarrista lascerà poi spazio al canto a più voci di tradizione orale. L’ultimo ospite del festival sarà Su Cuncordu ‘e Santa Rughe, coro legato all’Arciconfraternita di Santa Croce di Santu Lussurgiu. Questo centro del Montiferru è ormai famoso in tutto il mondo per la propria tradizione di canto a quattro parti vocali, legata al mondo confraternale e ai riti della Settimana santa ma protagonista della vita del paese anche nelle occasioni conviviali e di festa.

Abetonende si presenta come un’occasione imperdibile. Quella di vivere un club cittadino in una maniera completamente nuova, assistendo alla magia della musica tradizionale della Sardegna in un contesto urbano ed “alternativo” per eccellenza.

EVENTO FACEBOOK

Low-Abetonende