SPISEDDADURA 2017 | XI EDIZIONE

21105780_1929413727320447_3432994862870518739_n

Sabato 2 dicembre 2017 la Famiglia Orro rinnova un’importante tradizione: quella de Sa Spiseddadura: Il rito tradizionale della spillatura della Vernaccia di Oristano che, secondo antica tecnica, utilizza una porzione di canna sapientemente selezionata, su piseddu, da inserire in appositi fori praticati nelle botti per permettere la spillatura del prezioso vino, diventa l’occasione con cui la Famiglia Orro apre le porte della propria azienda a chi ne voglia scoprire le ricchezze, attraverso una serata dedicata alla vernaccia di Oristano in dialogo con la musica blues, la letteratura, la cultura locale e il buon cibo.

Sa Spiseddadura sarà occasione di conoscenza della cultura rurale, di circolazione del sapere degli anziani, di contatto tra i giovani del territorio e la tradizione, di confronto costruttivo tra piccole ma importanti realtà locali del nostro territorio. Presso la Azienda Orro i visitatori potranno prendere parte al rito dello Spiseddai, lungo il percorso delle tre botti contenenti le tre differenti annate di produzione (2007, 2014, 2017); gustare lo street food di qualità preparato con prodotti di eccellenza da Antica Dimora del Gruccione, Cucina.eat, Lucitta Street, Pasta Fresca da Peppe, appassionarsi alla musica blues del grande Francesco Piu accompagnato dal batterista Giovanni Gaias, della nuova promessa del blues isolano Andrea Cubeddu e dei talenti locali Bluesbreakers. Ma non è finita qui: nello spazio culturale della rivista Antas Alessandra Ghiani dialogherà con lo scrittore Eliano Cau, accompagnati da Su Cuncordu Aidos di Santu Lussurgiu.

GLI OSPITI DI SPISEDDADURA 2017

FRANCESCO PIU FEAT GIOVANNI GAIAS
Una miscela esplosiva di blues, funky e soul in chiave acustica: questa la formula del sound di Francesco Piu. Accompagnando la propria voce con strumenti quali chitarra acustica, dobro, weissenborn, banjo, lap steel e armonica, Francesco Piu negli ultimi anni si è ritagliato uno spazio di rilievo nel panorama del blues italiano ed internazionale. Dai palchi di tutta Europa (compreso il parlamento europeo di Bruxelles) fino agli Stati Uniti e al Canada: Never ending Tour, nella miglior tradizione della musica blues. Francesco Piu arriva a Santu Lussurgiu in una inedita formazione chitarra-batteria, accompagnato dal giovanissimo quanto talentuoso batterista Giovanni Gaias.

ANDREA CUBEDDU
Andrea Cubeddu è un giovanissimo cantautore blues del ’93 di origine sarda, che si muove fra i rigagnoli del Delta Blues, e gli gira intorno, con sicurezza, competenza e un fervore profano. Uno di quei bluesman che vive il Bues nella maniera più autentica e viscerale e lo suona con intensa passione, esibendosi con la sua chitarra e con la sua voce ovunque possa farlo. Il 13 maggio esce il suo primo album, Jumpin’ Up And Down, una raccolta di 12 brani autografi, un viaggio tra episodi di vita quotidiana e storie di un’antica terra, la Barbagia, il cuore della Sardegna.

BLUESBREAKERS
Un nome, una storia! Ispirati al rock/blues degli anni ’70, si immedesimiamo in quello che Johnn Mayall e Eric Clapton scrissero per lasciarlo nella nostra storia, un genere musicale che non ha confini. I Bluesbreakers sono Gianni Pireddu alla chitarra e voce, Rob Simmond al basso e Sandro Sanna alla batteria.

ANGOLO CULTURALE ANTAS
Luce e ombra, due luoghi dell’anima, due aspetti dell’essere umano. Da questa dualità prende vita la storia di Giovanni Battista Varallo e Benedetto Loy, due gesuiti impegnati in una missione popolare in mezzo agli ultimi. Un viaggio accorato ma colmo di speranza tra le vite minime del Settecento sardo, talune spezzate da dolori incontenibili, altre segnate da nefandezze. Lungo tutta la storia aleggia la presenza di “una donna più cupa di tutti, ‘Quella’”, un personaggio ineffabile, quasi un simbolo del male assoluto che i due gesuiti combattono con strenua determinazione. Alessandra Ghiani dialogherà con Eliano Cau. L’intervista sarà intervallata da alcuni brani eseguiti da Su Cuncordu Aidos di Santu Lussurgiu.

LO STREET FOOD DI SPISEDDADURA 2017

ANTICA DIMORA DEL GRUCCIONE
La “Antica Dimora del Gruccione” è operativa dal 2002 come albergo diffuso, tipologia ricettiva che, nata per la tutela delle specificità abitative esistenti, offre agli ospiti ristorazione e camere dislocate in più stabili. Realizzato, nel suo edificio principale, in una casa patrizia del XVIII secolo, l’albergo ben esprime questa particolare modalità del sostare, che la gestione, curata ancora oggi dalla proprietà originaria, ritiene debba inoltre trovare la sua coerente applicazione anche nell’offerta di un “mangiare” esclusivamente fondato sui prodotti delle piccole aziende sarde dell’agro alimentare di eccellenza e, ove mancanti, sui prodotti del commercio equo solidale. Segnalata nelle più autorevoli Guide nazionali e internazionali la “Antica Dimora del Gruccione” ha ricevuto numerosi riconoscimenti per promuovere in Sardegna un turismo di conoscenza “sostenibile” e“integrato” nel territorio, per il rispetto della persona, della biodiversità e dell’ecosistema.

CUCINA.EAT
Negozio, gastronomia, bistrot, luogo di incontri, degustazioni e tanto altro. Cucina.eat nasce nel 2013 a Cagliari, in piazza Galilei con l’idea di mettere la cultura gastronomica al centro di tutto. A partire dalla cucina, un’isola collocata la centro dello spazio con intorno un bancone a sua volta avvolto da scaffali colmi di vini, libri, conserve, arredo tavola, pasta, sughi e tutto ciò che in qualche modo si lega alla gastronomia. Da Cucina.eat si può venire per un semplice caffè, per un aperitivo, per un acquisto, per mangiare a pranzo e a cena o per fare un acquisto. In più ogni settimana viene organizzato un evento: degli incontri che vanno dalle degustazioni di vini e birre alle presentazioni di libri. Insomma, ce n’è per tutti i gusti.

LUCITTA STREET FOOD
Lucitta street food è un Food Truck, il primo in Sardegna che dal 2015, porta in strada tutta la filosofia che anima il suo Ristorante, la Chef Clelia Bandini del Ristorante Liucitta ad Arbatax, propone anche per il suo Food Truck una cucina di qualita’ alla portata di tutti .Lucitta Street food nasce per portare in giro per tutta la Sardegna e non solo le eccellenze gastronomiche del territorio Ogliastrino…Potrai trovare,in base al pescato e al periodo, Frittura del golfo di Arbatax, pesce spada dei nostri mari, tonno del mediterraneo, hamburger di pecora, panini di maialino allevato in montagna, sebadas,sorbetti agli agrumi fatti in casa, e tanto altro ancora.

PASTA FRESCA DA PEPPE
Al suo esordio una nuova attività tramatzese, nata dalla grande esperienza dello Chef Virgilio, produce pasta fesca ispirandosi alla tradizione ma senza dimenticare di innovarsi e sperimentare, come accade nel caso delle sebadas alla Vernaccia di Oristano.

23584829_10214338243878854_1252564315_n

SPISEDDADURA 2017 | XI EDIZIONE
SABATO 2 DICEMBRE 2017
Dalle 18:00 alle 24:00
FAMIGLIA ORRO, Via Verdi, Tramatza (OR)

Spillatura della Vernaccia di Oristano
Street Food: Antica Dimora del Gruccione, Cucina.eat, Lucitta

SPISEDDADURA IN BLUES 
Francesco Piu feat Giovanni Gaias
Andrea Cubeddu
Bluesbreakers

Angolo Culturale Antas / Selezioni musicali Talk About Records
INGRESSO AL CONCERTO / VISITA AZIENDA: Gratuito

INFO DETTAGLIATE: https://goo.gl/1xCzLp
info@famigliaorro.it | 347 7526617

 

Annunci

TALK ABOUT RECORDS OSPITE DI ROCCE ROSSE BLUES

Sardinia_Blues_Night_Rocce_ROSSE

TALK ABOUT RECORDS quest’anno sarà ospite del prestigioso festival Rocce Rosse Blues.
Sullo storico palco che dal 1991 ha ospitato nomi storici del blues, del rock’n’roll, del jazz mondiale, inserita nel programma 2017 tra il concerto di Goran Bregović e quello di VINICIO CAPOSSELA / Marc Ribot, dopo il concerto degli YES (official) e prima di quello di Stefano Bollani, la nostra etichetta sarà protagonista della Sardinian Blues Night, in programma martedì 1 Agosto 2017.

Una serata completamente dedicata alla musica blues prodotta in Sardegna che quest’anno è rappresentata dall’etichetta indipendente TALK ABOUT RECORDS, fondata nel 2008 e con l’attivo la pubblicazione di oltre venti dischi e la produzione di svariati festival e tour.

Sul palco del piazzale Scogli Rossi di Arbatax, reduci dalla pubblicazione dell’acclamato nuovo album “Rougarou”, i KING HOWL, preceduti dalla rivelazione blues made in Sulcis DON LEONE, protagonisti di una delle ultime uscite dell’etichetta, il fortunato “Welcome to South West“, e dalla nuova promessa del blues isolano Andrea Cubeddu, già protagonista di festival firmati Talk About come VULCANI – Blues nel Montiferru.

Potete acquistare i biglietti della “Sardinian Blues Night da questo link
Ulteriori informazioni sul sito ufficiale di Rocce Rocce Blues: www.roccerosse.it

ROCCE ROSSE BLUES | SARDINIAN BLUES NIGHT
KING HOWL – DON LEONE – ANDREA CUBEDDU
Martedì 1 Agosto 2017, Ore 21:30
Piazzale Scogli Rossi, Arbatax

Rocce_Rosse_TOTAL .jpg

KING HOWL
I King Howl si formano a Cagliari nel novembre 2009. Suonano HEAVY BLUES: I suoni della prima metà del novecento di gente come Son House, Howlin’ Wolf e Robert Johnson, vengono filtrati assumendo nuove forme, incorporando gli stili dello stoner rock, della psichedelia, in un crossover elaborato in maniera spontanea, teso a rendere il live – set un flusso di suono mai interrotto, che muta ad ogni brano parlando la lingua del blues con accento sempre diverso. La band ha all’attivo un E.P di tre brani uscito nel 2010, il disco d’esordio “King Howl Quartet”, prodotto da Talk About Records nel 2012 e distribuito e promosso in tutta Europa da Go Down Records, il “Truck Stop Ep” composto da quattro tracce e licenziato nel 2014, e la nuova prova sulla lunga distanza, un disco intitolato “Rougarou” e composto da 10 brani. Quest’ultima fatica, sintesi sonora delle esperienze maturate on the road dalla band, viene pubblicata nel luglio 2017 grazie agli sforzi congiunti delle sarde Talk About Records, Electric Valley Records e Reeson, marchio con cui la band collabora fin dagli esordi. Fin dalla propria formazione i King Howl vantano inoltre una copiosa attività live, che li ha portati su tantissimi palchi nazionali e internazionali (Germania, Austria, Repubblica Ceca, Svizzera, Ungheria, Belgio, Francia) e li ha visti partecipare a numerosi festival internazionali come il Duna Jam, Time in Jazz (Berchidda), Pietrasonica Festival (Udine), Mamma Blues (Nureci), Crumble Fight Festival (Nantes), Swanflight Festival (Schwandorf), Maximum Festival (Treviso), Freiburg Fuzz Fest (Friburgo in Brisgovia), opener per Fatso Jetson, Yawning Man, Greenleaf, My Sleeping Karma, Siena Root, Bob Margolin.

DON LEONE
Chitarra slide, battiti di mani e voci rauche e una valigia per tenere il tempo. Il progetto Don Leone nasce dall’unione tra Donato Cherchi, rapper e cantante blues e Matteo Leone, chitarrista e polistrumentista. Dopo aver collaborato principalmente nei progetti di Donato alias Donnie Blues/Rap, e separatamente fatto esperienza sui palchi e i locali della Sardegna e Italia, i due decidono di formare un duo blues, stabile e attivo nel panorama isolano.Pubblicato il loro EP d’esordio: Welcome to the south-west, vanno di città in città a far sentire il suono delle strade di campagna del Sulcis, che sono piene di incroci, come quelle paludose delle storie del blues.

ANDREA CUBEDDU
Andrea Cubeddu è un giovanissimo cantautore blues del ’93 di origine sarda, che si muove fra i rigagnoli del Delta Blues, e gli gira intorno, con sicurezza, competenza e un fervore profano. Uno di quei bluesman che vive il Bues nella maniera più autentica e viscerale e lo suona con intensa passione, esibendosi con la sua chitarra e con la sua voce ovunque possa farlo. Il 13 maggio esce il suo primo album, Jumpin’ Up And Down, una raccolta di 12 brani autografi, un viaggio tra episodi di vita quotidiana e storie di un’antica terra, la Barbagia, il cuore della Sardegna.

VULCANI – Blues nel Montiferru 2016

 

Vulcani3_header4-01

Dal cuore del Montiferru, nell’entroterra della provincia di Oristano, arriva VULCANI. Un importante appuntamento con la musica blues che giunge quest’anno alla sua terza edizione consecutiva, che arriva dopo dieci concerti di musica blues con artisti del calibro di Paolo Bonfanti, Blues against Youth, Francesco Piu, River of Gennargentu, Lisa Mills, John Drain, Paolo For Lee, Deadman Potron, Fabrizio Canale, Sunsweet Blues Revenge (più una puntata speciale, dedicata alla musica nu-trad del trio sardo-provenzale AMADA) ospitati dalla affascinante corte della “Antica Dimora del Gruccione”, albergo diffuso a Santu Lussurgiu, nel Montiferru. Proprio in questo straordinario angolo di Sardegna VULCANI torna per lasua edizione 2016: quattro serate estive durante le quali, nel giardino fiorito dell’Antica Dimora, si alterneranno quattro live-act diversi, con differenti carriere, visioni artistiche, tecniche, voci. Quattro espressioni lungo la strada del blues e del folk, filo conduttore di un festival intimo che pone musicisti e pubblico faccia a faccia, in un clima di condivisione totale e che fa di ogni concerto un evento speciale perché viaggio alla scoperta delle radici acustiche di una delle più incredibili musiche del XX secolo.

31 Luglio 2016 | Andrea Cubeddu
05 Agosto 2016 | Gavino Riva
16 Agosto 2016 | Don Leone
19 Agosto 2016 | Zamua

COSTO – 25,00 €
(Ingresso, Cena informale, Prima consumazione)
ABBONAMENTO – 80,00 € (quattro serate)

PRENOTAZIONI
Tel: 0783 552035
Mail: info@anticadimora.com

31 Luglio 2016 | ANDREA CUBEDDU
Andrea Cubeddu è nato ad Orani nel 1993. E’ un chitarrista di blues elettrico, post bellico. E’ andato a scuola con i dischi di Albert King, Buddy Guy, Magic Sam, Albert Collins, poi ha cominciato a suonare per strada, dedicandosi al blues più antico, radicato nelle tradizioni della popolazione afroamericana del Delta del Mississippi: Robert Johnson, Muddy Waters, Son House. Attualmente, suona sopratutto per strada: “Stare a contatto con le persone da la possibilità di confrontarsi con varie culture, con le esperienze, le vite vissute dagli altri, mi permette di crescere interiormente e di avere ancora più spunti per scrivere le mie canzoni”.

05 Agosto 2016 | GAVINO RIVA
Gavino Riva, classe 1955, è un bassista, compositore musicista poliedrico, zingaro disincantato senza fissa dimora artistica. Dopo aver militato in diverse formazioni blues-rock isolane, il suo progetto solista, introdotto dal disco “Canzoni dal basso”, nasce nel 2007. Le sue composizioni sono caratterizzate da un mix fra blues, sonorità etniche e jazz. Musica intrisa di alcool e tabacco, un set in solo: basso, voce, loop station, cuore.

16 Agosto 2016 | DON LEONE
Don Leone è un duo blues composto da Donato Cherchi e Matteo Leone. Chitarre slide, battiti di mani e voci rauche. Nell’attesa di pubblicare il loro EP d’esordio, vanno di città in città a far sentire il suono delle strade di campagna del Sulcis, che sono piene di incroci, come quelle paludose delle storie del blues.

19 Agosto 2016 | ZAMUA
Le origini di Zamua si dividono tra la Sardegna e il Burundi. Parigino d’adozione, suona la chitarra è canta. Dice sempre che la musica è entrata nella sua vita come un bisogno di stabilire un ponte fra le sue radici, europee ed africane. Forse è per questo che la sua musica non ha confini: sulle tracce di un percorso battuto per oltre dieci anni, Zamua continua un percorso esplorativo delle sue diverse identità musicali, tra vibrazioni soul, blues, folk, jazz, reggae.

Vulcani3_cartolina-01

Artwork by CABY


Vulcani è una produzione artistica di TALK ABOUT RECORDS.
Talk About è un’etichetta indipendente nata in Sardegna nel 2008. In questi anni si occupata della pubblicazione di dischi di musica rock’n’roll e blues, producendo artisti nazionali come River of Gennargentu, Sunsweet Blues Revenge, The Blues Against Youth, King Howl, Donnie, The Giannies, Kekem. In parallelo, è impegnata nella realizzazione di eventi musicali di vario genere, dalla creazione e produzione di festival, alla lavorazione di tour nazionali ed europei per band come King Howl, Limestone Whale, Rekkiabilly, The Giannies. Hanno parlato delle produzioni Talk About le redazioni di La Repubblica, XL, Rockit, Il Manifesto, Radio 1 Rai, Rock Hard, Buscadero, Rockit, Moby Dick Radio 2, Soda Shop (USA), Cosmic Lava (GER), Rock Times (GER), Stoner Rock GR (GRE), Musiczine (FR) e tanti altri.

Direttore Artistico | Diego Pani

Vulcani è promosso dalla Antica Dimora del Gruccione
La “Antica Dimora del Gruccione” è operativa dal 2002 come albergo diffuso, tipologia ricettiva che, nata per la tutela delle specificità abitative esistenti, offre agli ospiti ristorazione e camere dislocate in più stabili. Realizzato, nel suo edificio principale, in una casa patrizia del XVIII secolo, l’albergo ben esprime questa particolare modalità del sostare, che la gestione, curata ancora oggi dalla proprietà originaria, ritiene debba inoltre trovare la sua coerente applicazione anche nell’offerta di un “mangiare” esclusivamente fondato sui prodotti delle piccole aziende sarde dell’agro alimentare di eccellenza e, ove mancanti, sui prodotti del commercio equo solidale. Segnalata nelle più autorevoli Guide nazionali e internazionali la “Antica Dimora del Gruccione” ha ricevuto numerosi riconoscimenti per promuovere in Sardegna un turismo di conoscenza “sostenibile” e “integrato” nel territorio, per il rispetto della persona, della biodiversità e dell’ecosistema.

Operating Manager | Lucilla Empatia Speciale



I Partner di VULCANI

Passione nel proprio lavoro, cultura della ricerca, promozione e tutela del territorio sono i principi che accomunano le Aziende partner di VULCANI e che hanno motivato la loro scelta di condivisione del Festival.

CANTINA FAMIGLIA ORRO
Famiglia Orro è una piccola azienda Agricola e Fattoria Didattica a conduzione familiare ubicata a Tramatza, paese della Sardegna centro occidentale. L’azienda si sviluppa su 10 ettari di superficie dove si coltivano vite, olivo e ortaggi. Tutte le produzioni sono trasformate sul posto, i vini presso la cantina e gli ortaggi presso il laboratorio alimentare aziendale. Il lavoro è ispirato e guidato da alcuni principi e criteri fondamentali che da parte di Davide, titolare di Azienda, sono stati assunti con responsabilità e puntiglio direttamente dal babbo e, prima ancora dal nonno : la difesa della biodiversità, lo sviluppo di un’agricoltura sostenibile, la ricerca per l’innovazione nella tutela del sapere della tradizione. Per questo in Azienda si coltivano unicamente varietà autoctone, come i vitigni Vernaccia di Oristano e Nieddera, gli olivi e gli ortaggi tipici del territorio. In quanto Fattoria didattica, presso l’ Azienda è vivace inoltre la promozione di attività formative sul processo del cibo dalla terra alla tavola rivolte a piccoli e grandi fruitori.

Davide Orro | info@famigliaorro.it
Sito Web | www.famigliaorro.it

AZIENDA AGRICOLA PASSIU
L’Azienda prende avvio nel 1975 dalla capacità e lungimiranza di Genesiu Passiu che sin dall’inizio e, ben presto, coadiuvato dai figli Andrea e Felice lavora con l’obiettivo della qualità del prodotto. L’eccellenza del riso è favorita da un’area di produzione, la piana del Campidano, vocata per il concorso di fattori ottimali quali la mitezza del clima e la purezza delle acque che irrigano le risaie che si estendono per 120 ettari , a circondare una bella, lineare, casa di campagna adibita alle degustazioni. Numerosi i riconoscimenti (“Pannocchia di riso d’oro” e, più volte, medaglie d’oro al “Concorso Nazionale Produttori di Riso”) a premiare la bontà di risultati che si esprimono nell’autentico Carnaroli, considerato in ambito specialistico e amatoriale il “Re dei risi”, nell’ intenso Gange Aromatico e nell’integrale, salutistico, prezioso Riso nero “Gioiello” a testimonianza che la Famiglia sposa la tradizione, la ricerca e la sinergia con le esigenze della cucina familiare e gourmet.

Felice Passiu | info@agricolapassiu.it
Sito Web | www.agricolapassiu.it

Macelleria MOMO
Appassionato norcino, Momo, nel suo spazio commerciale dispensa ai suoi clienti conoscenza e squisiti assaggi perchè con pluriennale esperienza e competenza tanto si applica nella selezione dei migliori capi locali quanto nel proposito di fare sperimentare, come fosse sempre nel corso di una degustazione, la bontà dei suoi prodotti. L’Azienda è dunque vendita delle pregiate carni del Montiferru, quelle, come la Mélina, del bovino dei piccoli allevamenti a pascolo brado, del suino che si ciba in prevalenza di ghiande e degli animali dell’aia che, invece, arrivano dalla Marmilla. Una scelta tutta orientata a mettere in luce le economie del territorio e che si manifesta, ancora, nella accurata scelta dei formaggi, dei pani e delle paste che è possibile trovare in negozio insieme con l’invito a raccogliere ciliegie che Momo, a giugno, propone puntuale agli amici per condividere ancora un suo genuino entusiasmo verso una coltivazione peculiare del suo paese.

Cosimo Sassu | macelleriamomo@tiscali.it
Sito Web | www.facebook.com/MacelleriaMomo