TALK ABOUT RECORDS OSPITE DI ROCCE ROSSE BLUES

Sardinia_Blues_Night_Rocce_ROSSE

TALK ABOUT RECORDS quest’anno sarà ospite del prestigioso festival Rocce Rosse Blues.
Sullo storico palco che dal 1991 ha ospitato nomi storici del blues, del rock’n’roll, del jazz mondiale, inserita nel programma 2017 tra il concerto di Goran Bregović e quello di VINICIO CAPOSSELA / Marc Ribot, dopo il concerto degli YES (official) e prima di quello di Stefano Bollani, la nostra etichetta sarà protagonista della Sardinian Blues Night, in programma martedì 1 Agosto 2017.

Una serata completamente dedicata alla musica blues prodotta in Sardegna che quest’anno è rappresentata dall’etichetta indipendente TALK ABOUT RECORDS, fondata nel 2008 e con l’attivo la pubblicazione di oltre venti dischi e la produzione di svariati festival e tour.

Sul palco del piazzale Scogli Rossi di Arbatax, reduci dalla pubblicazione dell’acclamato nuovo album “Rougarou”, i KING HOWL, preceduti dalla rivelazione blues made in Sulcis DON LEONE, protagonisti di una delle ultime uscite dell’etichetta, il fortunato “Welcome to South West“, e dalla nuova promessa del blues isolano Andrea Cubeddu, già protagonista di festival firmati Talk About come VULCANI – Blues nel Montiferru.

Potete acquistare i biglietti della “Sardinian Blues Night da questo link
Ulteriori informazioni sul sito ufficiale di Rocce Rocce Blues: www.roccerosse.it

ROCCE ROSSE BLUES | SARDINIAN BLUES NIGHT
KING HOWL – DON LEONE – ANDREA CUBEDDU
Martedì 1 Agosto 2017, Ore 21:30
Piazzale Scogli Rossi, Arbatax

Rocce_Rosse_TOTAL .jpg

KING HOWL
I King Howl si formano a Cagliari nel novembre 2009. Suonano HEAVY BLUES: I suoni della prima metà del novecento di gente come Son House, Howlin’ Wolf e Robert Johnson, vengono filtrati assumendo nuove forme, incorporando gli stili dello stoner rock, della psichedelia, in un crossover elaborato in maniera spontanea, teso a rendere il live – set un flusso di suono mai interrotto, che muta ad ogni brano parlando la lingua del blues con accento sempre diverso. La band ha all’attivo un E.P di tre brani uscito nel 2010, il disco d’esordio “King Howl Quartet”, prodotto da Talk About Records nel 2012 e distribuito e promosso in tutta Europa da Go Down Records, il “Truck Stop Ep” composto da quattro tracce e licenziato nel 2014, e la nuova prova sulla lunga distanza, un disco intitolato “Rougarou” e composto da 10 brani. Quest’ultima fatica, sintesi sonora delle esperienze maturate on the road dalla band, viene pubblicata nel luglio 2017 grazie agli sforzi congiunti delle sarde Talk About Records, Electric Valley Records e Reeson, marchio con cui la band collabora fin dagli esordi. Fin dalla propria formazione i King Howl vantano inoltre una copiosa attività live, che li ha portati su tantissimi palchi nazionali e internazionali (Germania, Austria, Repubblica Ceca, Svizzera, Ungheria, Belgio, Francia) e li ha visti partecipare a numerosi festival internazionali come il Duna Jam, Time in Jazz (Berchidda), Pietrasonica Festival (Udine), Mamma Blues (Nureci), Crumble Fight Festival (Nantes), Swanflight Festival (Schwandorf), Maximum Festival (Treviso), Freiburg Fuzz Fest (Friburgo in Brisgovia), opener per Fatso Jetson, Yawning Man, Greenleaf, My Sleeping Karma, Siena Root, Bob Margolin.

DON LEONE
Chitarra slide, battiti di mani e voci rauche e una valigia per tenere il tempo. Il progetto Don Leone nasce dall’unione tra Donato Cherchi, rapper e cantante blues e Matteo Leone, chitarrista e polistrumentista. Dopo aver collaborato principalmente nei progetti di Donato alias Donnie Blues/Rap, e separatamente fatto esperienza sui palchi e i locali della Sardegna e Italia, i due decidono di formare un duo blues, stabile e attivo nel panorama isolano.Pubblicato il loro EP d’esordio: Welcome to the south-west, vanno di città in città a far sentire il suono delle strade di campagna del Sulcis, che sono piene di incroci, come quelle paludose delle storie del blues.

ANDREA CUBEDDU
Andrea Cubeddu è un giovanissimo cantautore blues del ’93 di origine sarda, che si muove fra i rigagnoli del Delta Blues, e gli gira intorno, con sicurezza, competenza e un fervore profano. Uno di quei bluesman che vive il Bues nella maniera più autentica e viscerale e lo suona con intensa passione, esibendosi con la sua chitarra e con la sua voce ovunque possa farlo. Il 13 maggio esce il suo primo album, Jumpin’ Up And Down, una raccolta di 12 brani autografi, un viaggio tra episodi di vita quotidiana e storie di un’antica terra, la Barbagia, il cuore della Sardegna.

Annunci

VULCANI – 2017 Edition

Vulcani-Header-Pagina

Vulcani – Blues nel Montiferru arriva quest’anno alla sua quarta edizione consecutiva. Un grande risultato per un festival indipendente, nato a Santu Lussurgiu dall’intesa tra TALK ABOUT RECORDS e l’Albergo diffuso Antica Dimora del Gruccione.

Dal cuore del Montiferru, nell’entroterra della provincia di Oristano, arriva VULCANI. Un importante appuntamento con la musica blues che giunge quest’anno alla sua terza edizione consecutiva, che arriva dopo dieci concerti di musica blues con artisti del calibro di Paolo Bonfanti, Blues against Youth, Francesco Piu, River of Gennargentu, Lisa Mills, John Drain, Paolo For Lee, Deadman Potron, Fabrizio Canale, Sunsweet Blues Revenge, Don Leone, Gavino Riva, Zamua, Andrea Cubeddu (più due puntati speciali, dedicate rispettivamente alla musica nu-trad del trio sardo-provenzale AMADA e alle colonne sonore del compositore sassarese Luigi Frassetto) ospitati dalla affascinante corte della “Antica Dimora del Gruccione”, albergo diffuso a Santu Lussurgiu, nel Montiferru. Proprio in questo straordinario angolo di Sardegna VULCANI torna per la sua edizione 2017: quattro serate estive durante le quali, nel giardino fiorito dell’Antica Dimora, si alterneranno quattro live-act diversi, con differenti carriere, visioni artistiche, tecniche, voci. Quattro espressioni lungo la strada del blues e del folk, filo conduttore di un festival intimo che pone musicisti e pubblico faccia a faccia, in un clima di condivisione totale e che fa di ogni concerto un evento speciale perché viaggio alla scoperta delle radici acustiche di una delle più incredibili musiche del XX secolo.

Dal Country Honky Tonk dell’americana Kristina Jacobsen (22 luglio) al solo show del famoso chitarrista ligure Dany Franchi (11 agosto), fino alle atmosfere alcooliche ed elettriche del quartetto cagliaritano Bad Blues (17 agosto), concludendo con l’esordio isolano di una nuova promessa, il giovanissimo Big Bon (26 agosto). Vi invitiamo a godere insieme a noi della grande musica proposta dal nostro festival, gustando il buon cibo proposto dall’Antica Dimora del Gruccione in una preziosa atmosfera conviviale, degustando un bicchiere di vino o una birra.

 

VULCANI – Blues nel Montiferru – Edizione 2017

22 Luglio 2017 | Kristina Jacobsen
11 Agosto 2017 | Dany Franchi
17 Agosto 2017 | Bad Blues
26 Agosto 2017 | Big Bon

COSTO – 25,00 € – (Ingresso, Cena informale, Prima consumazione)
ABBONAMENTO – 80,00 € (quattro serate)
PRENOTAZIONI – Tel: 0783 552035 | Mail: info@anticadimora.com

 

22 Luglio 2017 | Kristina Jacobsen
Le tre New Mexico Music Awards nomination ricevute per il suo primo album “Three Roses” possono farci capire la caratura del songwriting di Kristina Jacobsen.  La songwriter americana (Albuquerque, New Mexico) canta le sue canzoni con un leggiadro yodeling che può scaldare il cuore, gridare di rabbia, festeggiare giorni migliori con lo stesso fervore. I suoi brani parlano di famiglia, quella di sangue, quella che ognuno si sceglie: Kristina è abile con i ritratti, tratteggia i volti della Navajo County con la sua chitarra e la sua voce, unendo elementi di musica honky tonk, western e americana per creare canzoni profonde, che parlano di volti, viaggi, luoghi dell’anima. Il suo amore per la musica non si ferma sul palco: Kristina è professore di Etnomusicologia all’Università del New Mexico. Storie, accordi, voci, dal New Mexico alla Sardegna.

11 Agosto 2017Dany Franchi
Dany Franchi, classe 1990 è considerate uno dei maggiori talenti del blues italiano. Nel gennaio 2016 è semifinalista al famoso concorso americano “International Blues Challenge” di Memphis, Tennessee e, nello stesso anno, è l’unico italiano sul palco del “Dallas Guitar Festival” in Texas al fianco di grandi nomi della chitarra come Eric Gales, Robben Ford, Sonny Landreth e molti altri. Il suo ultimo disco si chiama “I Believe” ed è stato prodotto completamente negli Stati Uniti dal grande chitarrista americano Sean Carney. Dany ha calcato i più grandi palchi dei festival italiani ed Europei, suonando con grandi nomi come il bluesman Sonny Rhodes. Nel febbraio 2017 è volato in Texas per registrare il suo terzo album presso il famoso Wire Recording Studio. In un panorama cosi vasto e articolato come quello blues, Dany Franchi porta avanti la tradizione facendole allo stesso tempo respirare aria nuova, con uno stile personale e moderno.

17 Agosto 2017 | Bad Blues
I Bad Blues Quartet sono l’incontro di quattro musicisti che hanno fatto del Blues una ragione di vita. Formatisi a Cagliari nel 2014, hanno quasi subito incentrato la loro attività sulla composizione di brani inediti e un’intensa attività live. Tra il 2015 e il 2017 partecipano a vari festival sardi e nazionali come “Sulle Strade del Blues”, “Pistoia Blues” e “Mammablues”. Nel giugno del 2017 esce il loro disco d’esordio intitolato semplicemente “Bad Blues Quartet”, prodotto dal chitarrista e produttore sardo Massimo Satta.

26 Agosto 2017Big Bon
Dal Country\Blues agli antipodi del Rock ‘n Roll, un repertorio di inediti e grandi classici della storia del Blues lasciano spazio ad una libera interpretazione dell’immaginario Folkloristico Moderno. Lo studio delle sonorità “Beat” primordiali unito all’intensità tipica del punk, propongono una prospettiva diversa della quotidianità stessa. Una storia fatta di aneddoti.

Vulcani-verticale-2017

Vulcani è una produzione artistica di Talk About Records
Talk About è un’etichetta indipendente nata in Sardegna nel 2008. In questi anni si occupata della pubblicazione di dischi di musica rock’n’roll e blues, producendo artisti nazionali come River of Gennargentu, Sunsweet Blues Revenge, The Blues Against Youth, King Howl, Donnie, The Giannies, Kekem. In parallelo, è impegnata nella realizzazione di eventi musicali di vario genere, dalla creazione e produzione di festival, alla lavorazione di tour nazionali ed europei per band come King Howl, Limestone Whale, Rekkiabilly, The Giannies. Hanno parlato delle produzioni Talk About le redazioni di La Repubblica, XL, Rockit, Il Manifesto, Radio 1 Rai, Rock Hard, Buscadero, Rockit, Moby Dick Radio 2, Soda Shop (USA), Cosmic Lava (GER), Rock Times (GER), Stoner Rock GR (GRE), Musiczine (FR) e tanti altri.

Vulcani è promosso dalla Antica Dimora del Gruccione
La “Antica Dimora del Gruccione” è operativa dal 2002 come albergo diffuso, tipologia ricettiva che, nata per la tutela delle specificità abitative esistenti, offre agli ospiti ristorazione e camere dislocate in più stabili. Realizzato, nel suo edificio principale, in una casa patrizia del XVIII secolo, l’albergo ben esprime questa particolare modalità del sostare, che la gestione, curata ancora oggi dalla proprietà originaria, ritiene debba inoltre trovare la sua coerente applicazione anche nell’offerta di un “mangiare” esclusivamente fondato sui prodotti delle piccole aziende sarde dell’agro alimentare di eccellenza e, ove mancanti, sui prodotti del commercio equo solidale. Segnalata nelle più autorevoli Guide nazionali e internazionali la “Antica Dimora del Gruccione” ha ricevuto numerosi riconoscimenti per promuovere in Sardegna un turismo di conoscenza “sostenibile” e “integrato” nel territorio, per il rispetto della persona, della biodiversità e dell’ecosistema.

I Partner di VULCANI
Passione nel proprio lavoro, cultura della ricerca, promozione e tutela del territorio sono i principi che accomunano le Aziende partner di VULCANI e che hanno motivato la loro scelta di condivisione del Festival.

Famiglia Orro
Famiglia Orro è una piccola azienda Agricola e Fattoria Didattica a conduzione familiare ubicata a Tramatza, paese della Sardegna centro occidentale. L’azienda si sviluppa su 10 ettari di superficie dove si coltivano vite, olivo e ortaggi. Tutte le produzioni sono trasformate sul posto, i vini presso la cantina e gli ortaggi presso il laboratorio alimentare aziendale. Il lavoro è ispirato e guidato da alcuni principi e criteri fondamentali che da parte di Davide, titolare di Azienda, sono stati assunti con responsabilità e puntiglio direttamente dal babbo e, prima ancora dal nonno: la difesa della biodiversità, lo sviluppo di un’agricoltura sostenibile, la ricerca per l’innovazione nella tutela del sapere della tradizione. Per questo in Azienda si coltivano unicamente varietà autoctone, come i vitigni Vernaccia di Oristano e Nieddera, gli olivi e gli ortaggi tipici del territorio. In quanto Fattoria didattica, presso l’Azienda è vivace inoltre la promozione di attività formative sul processo del cibo dalla terra alla tavola rivolte a piccoli e grandi fruitori.
www.famigliaorro.it

Riso Passiu
L’Azienda Passiu prende avvio nel 1975 dalla capacità e lungimiranza di Genesiu Passiu che sin dall’inizio e, ben presto, coadiuvato dai figli Andrea e Felice lavora con l’obiettivo della qualità del prodotto. L’eccellenza del riso è favorita da un’area di produzione, la piana del Campidano, vocata per il concorso di fattori ottimali quali la mitezza del clima e la purezza delle acque che irrigano le risaie che si estendono per 120 ettari, a circondare una bella, lineare, casa di campagna adibita alle degustazioni. Numerosi i riconoscimenti (“Pannocchia di riso d’oro” e, più volte, medaglie d’oro al “Concorso Nazionale Produttori di Riso”) a premiare la bontà di risultati che si esprimono nell’autentico Carnaroli, considerato in ambito specialistico e amatoriale il “Re dei risi”, nell’ intenso Gange Aromatico e nell’integrale, salutistico, prezioso Riso nero “Gioiello” a testimonianza che la Famiglia sposa la tradizione, la ricerca e la sinergia con le esigenze della cucina familiare e gourmet.
www.agricolapassiu.it

Macelleria Momo
Appassionato norcino, Momo, nel suo spazio commerciale dispensa ai suoi clienti conoscenza e squisiti assaggi perchè con pluriennale esperienza e competenza tanto si applica nella selezione dei migliori capi locali quanto nel proposito di fare sperimentare, come fosse sempre nel corso di una degustazione, la bontà dei suoi prodotti. L’Azienda è dunque vendita delle pregiate carni del Montiferru, quelle, come la Mélina, del bovino dei piccoli allevamenti a pascolo brado, del suino che si ciba in prevalenza di ghiande e degli animali dell’aia che, invece, arrivano dalla Marmilla. Una scelta tutta orientata a mettere in luce le economie del territorio e che si manifesta, ancora, nella accurata scelta dei formaggi, dei pani e delle paste che è possibile trovare in negozio insieme con l’invito a raccogliere ciliegie che Momo, a giugno, propone puntuale agli amici per condividere ancora un suo genuino entusiasmo verso una coltivazione peculiare del suo paese.
www.facebook.com/MacelleriaMomo

Eya! – Distillerie Lussurgesi
Eya! e’ il primo gradevolissimo aperitivo alcolico al mirto interamente made in Sardinia ed è il più giovane dei prodotti delle Distillerie Lussurgesi  di Carlo Pische che a Santu Lussurgiu, paese del versante sud orientale del Montiferru, in provincia di Oristano,  ha ripreso con i distillati Abbardente e il brandy  la tradizione lussurgese della distillazione del vino. Tradizione secolare che pone un ponte particolare tra le Distillerie Lussurgesi e la “Antica Dimora del Gruccione” perché alla famiglia  della proprietà, nella figura di Niccolò Meloni, già nell’ 800 si riporta il merito di avere espresso  in attività imprenditoriale  la capacità di produrre un “Cognac” e un’ “Acquavite” esportati proficuamente in Francia. Custodi di questa tradizione, come della produzione dei liquori delle essenze mediterranee, elicriso, finocchietto selvatico…, le Distillerie Lussurgesi se ne fanno interpreti sviluppando nuove ricerche e ponendosi sul mercato con idee capaci di andare sempre incontro alle esigenze dell’oggi.
www.distillerielussurgesi.it

CAPODANNO BLUES A SANTU LUSSURGIU

Capodanno_header

L’amministrazione comunale di Santu Lussurgiu, in collaborazione con Talk About Records, l’associazione culturale Mastakkkia e la Pro Loco, vi invita a passare la notte di capodanno nel centro del Montiferru, accompagnati dalla buona musica e dal buon cibo. Giovedì 31 dicembre vi aspettiamo in piazza mercato alle 19:30, per un aperitivo / degustazione di prodotti locali, accompagnato dal live del bluesman barbaricino River of Gennargentu. Dalle 21:00 sarà invece possibile gustare i piatti tipici del territorio, sapientemente cucinati dall’associazione Mastakkkia e disponibili a prezzi popolari per l’intera durata della manifestazione. Alle 21:30 il rapper sulcitano Donnie aprirà le danze degli spettacoli serali, che culmineranno con il concerto del famoso artista isolano Francesco Piu, talento del blues riconosciuto a livello internazionale, per l’occasione accompagnato dal batterista Giovanni Gaias. A seguire, balli in piazza per cominciare il 2016 nel migliore dei modi.

Un’importante occasione per stare insieme, un momento di socialità in cui ascoltare ottima musica, godere delle specialità culinarie del territorio e brindare al nuovo anno in compagnia. Vi aspettiamo a Santu Lussurgiu.

CAPODANNO BLUES A SANTU LUSSURGIU
19:30 |  Aperitivo / Degustazione | River of Gennargentu
Dalle 21:00 | Cena a base di prodotti locali
21:30 | Francesco Piu feat. Giovanni Gaias in concerto
Opener | Donnie
A seguire | Dj Set/Balli in piazza

Giovedi 31 dicembre 2015 | Piazza Mercato, Santu Lussurgiu (OR)
Prenotazioni: 3202661556 (Stefania), 3293249188 (Diego)

FRANCESCO PIU feat. Giovanni Gaias
Una miscela esplosiva di blues, funky e soul in chiave acustica: questa la formula del sound di Francesco Piu. Accompagnando la propria voce con strumenti quali chitarra acustica, dobro, weissenborn, banjo, lap steel e armonica, Francesco Piu negli ultimi anni si è ritagliato uno spazio di rilievo nel panorama del blues italiano ed internazionale. Dai palchi di tutta Europa (compreso il parlamento europeo di Bruxelles) fino agli Stati Uniti e al Canada: Never ending Tour, nella miglior tradizione della musica blues. Francesco Piu arriva a Santu Lussurgiu in una inedita formazione chitarra-batteria, accompagnato dal giovanissimo quanto talentuoso batterista Giovanni Gaias.

 DONNIE
Donnie, alias Donato Cherchi, classe 1990. Influenzato dalla musica folk americana, dal rap e dalla musica italiana, cerca di unire tutte le sue esperienze in una musica da lui stesso definita “Blues- Rap”. Esordisce con “L’Alligatore Mixtape”, targato Talk About Records (2012). Nel 2013 pubblica “Man In Blaq”, EP indipendente. Alla fine dello stesso anno, esce “Musica Che Ha Sete” per Unlimited Platform (sotto- etichetta di Unlimited Platform). Nel 2015 invece il suo secondo capitolo licenziato da Talk About Records, “Donniebegood”.

RIVER OF GENNARGENTU
La musica di River of Gennargentu sembra arrivare direttamente dalle Hills più remote del Mississippi. Il suono è cupo, meditativo, oscuro: gli elementi del country blues sono mescolati in un blend personale, subito riconoscibile. Messo in standby il duo punk-blues dei Black Lodge Juke Joint, River Of Gennargentu ritorna alle sorgenti del blues, esordendo con un EP dalle sonorità scarne, istintive ed ancestrali.

CAPODANNO-01