VULCANI – Blues nel Montiferru 2016

 

Vulcani3_header4-01

Dal cuore del Montiferru, nell’entroterra della provincia di Oristano, arriva VULCANI. Un importante appuntamento con la musica blues che giunge quest’anno alla sua terza edizione consecutiva, che arriva dopo dieci concerti di musica blues con artisti del calibro di Paolo Bonfanti, Blues against Youth, Francesco Piu, River of Gennargentu, Lisa Mills, John Drain, Paolo For Lee, Deadman Potron, Fabrizio Canale, Sunsweet Blues Revenge (più una puntata speciale, dedicata alla musica nu-trad del trio sardo-provenzale AMADA) ospitati dalla affascinante corte della “Antica Dimora del Gruccione”, albergo diffuso a Santu Lussurgiu, nel Montiferru. Proprio in questo straordinario angolo di Sardegna VULCANI torna per lasua edizione 2016: quattro serate estive durante le quali, nel giardino fiorito dell’Antica Dimora, si alterneranno quattro live-act diversi, con differenti carriere, visioni artistiche, tecniche, voci. Quattro espressioni lungo la strada del blues e del folk, filo conduttore di un festival intimo che pone musicisti e pubblico faccia a faccia, in un clima di condivisione totale e che fa di ogni concerto un evento speciale perché viaggio alla scoperta delle radici acustiche di una delle più incredibili musiche del XX secolo.

31 Luglio 2016 | Andrea Cubeddu
05 Agosto 2016 | Gavino Riva
16 Agosto 2016 | Don Leone
19 Agosto 2016 | Zamua

COSTO – 25,00 €
(Ingresso, Cena informale, Prima consumazione)
ABBONAMENTO – 80,00 € (quattro serate)

PRENOTAZIONI
Tel: 0783 552035
Mail: info@anticadimora.com

31 Luglio 2016 | ANDREA CUBEDDU
Andrea Cubeddu è nato ad Orani nel 1993. E’ un chitarrista di blues elettrico, post bellico. E’ andato a scuola con i dischi di Albert King, Buddy Guy, Magic Sam, Albert Collins, poi ha cominciato a suonare per strada, dedicandosi al blues più antico, radicato nelle tradizioni della popolazione afroamericana del Delta del Mississippi: Robert Johnson, Muddy Waters, Son House. Attualmente, suona sopratutto per strada: “Stare a contatto con le persone da la possibilità di confrontarsi con varie culture, con le esperienze, le vite vissute dagli altri, mi permette di crescere interiormente e di avere ancora più spunti per scrivere le mie canzoni”.

05 Agosto 2016 | GAVINO RIVA
Gavino Riva, classe 1955, è un bassista, compositore musicista poliedrico, zingaro disincantato senza fissa dimora artistica. Dopo aver militato in diverse formazioni blues-rock isolane, il suo progetto solista, introdotto dal disco “Canzoni dal basso”, nasce nel 2007. Le sue composizioni sono caratterizzate da un mix fra blues, sonorità etniche e jazz. Musica intrisa di alcool e tabacco, un set in solo: basso, voce, loop station, cuore.

16 Agosto 2016 | DON LEONE
Don Leone è un duo blues composto da Donato Cherchi e Matteo Leone. Chitarre slide, battiti di mani e voci rauche. Nell’attesa di pubblicare il loro EP d’esordio, vanno di città in città a far sentire il suono delle strade di campagna del Sulcis, che sono piene di incroci, come quelle paludose delle storie del blues.

19 Agosto 2016 | ZAMUA
Le origini di Zamua si dividono tra la Sardegna e il Burundi. Parigino d’adozione, suona la chitarra è canta. Dice sempre che la musica è entrata nella sua vita come un bisogno di stabilire un ponte fra le sue radici, europee ed africane. Forse è per questo che la sua musica non ha confini: sulle tracce di un percorso battuto per oltre dieci anni, Zamua continua un percorso esplorativo delle sue diverse identità musicali, tra vibrazioni soul, blues, folk, jazz, reggae.

Vulcani3_cartolina-01

Artwork by CABY


Vulcani è una produzione artistica di TALK ABOUT RECORDS.
Talk About è un’etichetta indipendente nata in Sardegna nel 2008. In questi anni si occupata della pubblicazione di dischi di musica rock’n’roll e blues, producendo artisti nazionali come River of Gennargentu, Sunsweet Blues Revenge, The Blues Against Youth, King Howl, Donnie, The Giannies, Kekem. In parallelo, è impegnata nella realizzazione di eventi musicali di vario genere, dalla creazione e produzione di festival, alla lavorazione di tour nazionali ed europei per band come King Howl, Limestone Whale, Rekkiabilly, The Giannies. Hanno parlato delle produzioni Talk About le redazioni di La Repubblica, XL, Rockit, Il Manifesto, Radio 1 Rai, Rock Hard, Buscadero, Rockit, Moby Dick Radio 2, Soda Shop (USA), Cosmic Lava (GER), Rock Times (GER), Stoner Rock GR (GRE), Musiczine (FR) e tanti altri.

Direttore Artistico | Diego Pani

Vulcani è promosso dalla Antica Dimora del Gruccione
La “Antica Dimora del Gruccione” è operativa dal 2002 come albergo diffuso, tipologia ricettiva che, nata per la tutela delle specificità abitative esistenti, offre agli ospiti ristorazione e camere dislocate in più stabili. Realizzato, nel suo edificio principale, in una casa patrizia del XVIII secolo, l’albergo ben esprime questa particolare modalità del sostare, che la gestione, curata ancora oggi dalla proprietà originaria, ritiene debba inoltre trovare la sua coerente applicazione anche nell’offerta di un “mangiare” esclusivamente fondato sui prodotti delle piccole aziende sarde dell’agro alimentare di eccellenza e, ove mancanti, sui prodotti del commercio equo solidale. Segnalata nelle più autorevoli Guide nazionali e internazionali la “Antica Dimora del Gruccione” ha ricevuto numerosi riconoscimenti per promuovere in Sardegna un turismo di conoscenza “sostenibile” e “integrato” nel territorio, per il rispetto della persona, della biodiversità e dell’ecosistema.

Operating Manager | Lucilla Empatia Speciale



I Partner di VULCANI

Passione nel proprio lavoro, cultura della ricerca, promozione e tutela del territorio sono i principi che accomunano le Aziende partner di VULCANI e che hanno motivato la loro scelta di condivisione del Festival.

CANTINA FAMIGLIA ORRO
Famiglia Orro è una piccola azienda Agricola e Fattoria Didattica a conduzione familiare ubicata a Tramatza, paese della Sardegna centro occidentale. L’azienda si sviluppa su 10 ettari di superficie dove si coltivano vite, olivo e ortaggi. Tutte le produzioni sono trasformate sul posto, i vini presso la cantina e gli ortaggi presso il laboratorio alimentare aziendale. Il lavoro è ispirato e guidato da alcuni principi e criteri fondamentali che da parte di Davide, titolare di Azienda, sono stati assunti con responsabilità e puntiglio direttamente dal babbo e, prima ancora dal nonno : la difesa della biodiversità, lo sviluppo di un’agricoltura sostenibile, la ricerca per l’innovazione nella tutela del sapere della tradizione. Per questo in Azienda si coltivano unicamente varietà autoctone, come i vitigni Vernaccia di Oristano e Nieddera, gli olivi e gli ortaggi tipici del territorio. In quanto Fattoria didattica, presso l’ Azienda è vivace inoltre la promozione di attività formative sul processo del cibo dalla terra alla tavola rivolte a piccoli e grandi fruitori.

Davide Orro | info@famigliaorro.it
Sito Web | www.famigliaorro.it

AZIENDA AGRICOLA PASSIU
L’Azienda prende avvio nel 1975 dalla capacità e lungimiranza di Genesiu Passiu che sin dall’inizio e, ben presto, coadiuvato dai figli Andrea e Felice lavora con l’obiettivo della qualità del prodotto. L’eccellenza del riso è favorita da un’area di produzione, la piana del Campidano, vocata per il concorso di fattori ottimali quali la mitezza del clima e la purezza delle acque che irrigano le risaie che si estendono per 120 ettari , a circondare una bella, lineare, casa di campagna adibita alle degustazioni. Numerosi i riconoscimenti (“Pannocchia di riso d’oro” e, più volte, medaglie d’oro al “Concorso Nazionale Produttori di Riso”) a premiare la bontà di risultati che si esprimono nell’autentico Carnaroli, considerato in ambito specialistico e amatoriale il “Re dei risi”, nell’ intenso Gange Aromatico e nell’integrale, salutistico, prezioso Riso nero “Gioiello” a testimonianza che la Famiglia sposa la tradizione, la ricerca e la sinergia con le esigenze della cucina familiare e gourmet.

Felice Passiu | info@agricolapassiu.it
Sito Web | www.agricolapassiu.it

Macelleria MOMO
Appassionato norcino, Momo, nel suo spazio commerciale dispensa ai suoi clienti conoscenza e squisiti assaggi perchè con pluriennale esperienza e competenza tanto si applica nella selezione dei migliori capi locali quanto nel proposito di fare sperimentare, come fosse sempre nel corso di una degustazione, la bontà dei suoi prodotti. L’Azienda è dunque vendita delle pregiate carni del Montiferru, quelle, come la Mélina, del bovino dei piccoli allevamenti a pascolo brado, del suino che si ciba in prevalenza di ghiande e degli animali dell’aia che, invece, arrivano dalla Marmilla. Una scelta tutta orientata a mettere in luce le economie del territorio e che si manifesta, ancora, nella accurata scelta dei formaggi, dei pani e delle paste che è possibile trovare in negozio insieme con l’invito a raccogliere ciliegie che Momo, a giugno, propone puntuale agli amici per condividere ancora un suo genuino entusiasmo verso una coltivazione peculiare del suo paese.

Cosimo Sassu | macelleriamomo@tiscali.it
Sito Web | www.facebook.com/MacelleriaMomo

Annunci

VULCANI presenta AMADA

amada-03.jpg

Prima di tornare con la terza edizione, in programma tra la fine di luglio e gli inizi di agosto 2016, VULCANI ha il piacere di presentarvi un evento fuori cartellone, grazie al quale, per una volta, si abbandonerà la traccia stilistica blues della rassegna in favore di un concerto speciale, dedicato a una produzione originale che unisce la musica della Sardegna alla tradizione occitana dei trovatori, filtrando queste due importanti musiche attraverso l’improvvisazione e il jazz.

E’ con piacere che vi invitiamo al concerto del trio AMADA.

AMADA è una produzione originale che dal 2012 vede insieme due musicisti sardi, Nico Casu e Gianluca Dessi’, da anni attivi nel campo della musica popolare, e Renat Sette, erede della tradizione occitana dei trovatori. Il duo sardo formatosi nel 2011 come Elva Lutza è riuscito a catalizzare l’attenzione del pubblico e degli addetti ai lavori: una proposta fresca e nuova che mescola tradizione folk (con particolare attenzione alla musica balcanica e sarda) e improvvisazione jazzistica. Vincitori del Premio Andrea Parodi nel 2011, e, nel 2015, del Premio Mario Cervo, proprio con il disco Amada. Renat Sette è cantante dell’Alta Provenza, forse il più carismatico fra gli esponenti del revival della musica provenzale. Conosciuto per le sue performances a-capella e per le collaborazioni con i gruppi musicali dei paesi del mediterraneo.

AMADA nasce dalla stima reciproca, dalla voglia di confronto, dalla volontà di dare nuovo soffio e stimoli alle musiche di tradizione. Buona parte della produzione è dedicata ai repertori sacri e para-liturgici della Sardegna e dell’Occitania. Sorprendente e convincente la ricchezza dei repertori musicali della Provenza e della Sardegna, straordinario l’incontro tra il canto tradizionale e l’improvvisazione jazzistica. Ne deriva un concerto affascinante dai molti accenti, fuori dal tempo eppure contemporaneo, minoritario e parimenti universale.

Assistere al Concerto di Amada – come accade per VULCANI – significa godere di buona musica, gustare il buon cibo proposto dall’Antica Dimora del Gruccione, rilassarsi in una preziosa atmosfera conviviale, magari degustando un bicchiere di vino o una birra.

Vulcani presenta: AMADA in concerto
Venerdì 1 Luglio 2016, Ore 20:00
Antica Dimora del Gruccione, Via Michele Obinu 31, Santu Lussurgiu

COSTO – 25,00 € a persona
(Ingresso, Cena informale, Prima consumazione)

PRENOTAZIONI (Posti limitati)
Tel: 0783 552035 | Mail: info@anticadimora.com

ABETONENDE. Mini-festival di musica tradizionale sarda

Abetonende-FB

Abetone Music Bar e Bulls and Buffaloes, in collaborazione con Talk About Records, vi invitano alla prima edizione di Abetonende, mini-festival dedicato alla musica popolare della Sardegna, in programma giovedì 16, venerdì 17 e sabato 18 giugno 2016.

Questo festival è una sfida. Il bar cittadino più attivo di tutta Sassari, da sempre attento ai generi musicali più disparati, che in questi anni di copiosa attività live ha dato ampio spazio al cantautorato, al Rock e ad altre forme della popular music, ospitando spesso ospiti nazionali di rilievo (Appino, Davide Toffolo dei Tre Allegri Ragazzi Morti, The Sleeping Three tra gli altri) ha deciso di stupire il pubblico inserendo all’interno della propria programmazione un viaggio alle radici della musica della Sardegna, che spesso viene snobbata dai contesti “alternativi” e dai club cittadini.

La musica tradizionale sarà protagonista di Abetonende attraverso il canto, gli strumenti tradizionali, le danze. Quattro diversi appuntamenti divisi per tre giornate di festival. Quattro differenti esempi di musica della Sardegna, suonata e cantata da musicisti che arriveranno all’Abetone Music Bar da diversi angoli dell’isola, portando ognuno la propria personale esperienza e differente visione musicale: da quella legata a singoli repertori tradizionali, caratteristici di un paese o di una ristretta area geografica, alle sperimentazioni strumentali e vocali legate ai contesti più ampi della world music. Dalle voci di petto a quelle gutturali, dal suono delle chitarre a quello dell’organetto e delle Launeddas, unite in uno stesso programma a rappresentare l’infinita ricchezza culturale della musica della Sardegna.

Giovedì 16 giugno, giorno inaugurale della rassegna, vedrà protagonisti Francesco Pilu e Gianluca Dessi dei Cordas et Cannas, che saranno impegnati in un set sospeso tra brani autografi, danze tradizionali e sperimentazioni dello storico gruppo olbiese, conosciuto ed apprezzato nel panorama world music internazionale da ormai oltre trent’anni.

Venerdì 17 giugno vedrà invece ospiti su Cuncordu Sas Bator Colonnas di Scano Montiferro, formazione composta da quattro giovani cantori che porterà all’Abetone un repertorio composto da brani della tradizione corale del paese del Montiferru, contraddistinto dalla presenza delle voci gutturali nelle parti di su Bassu e de Sa Contra.

Sabato 18 giugno chiusura del festival con un doppio appuntamento. Il primo ospite della serata sarà Ignazio Cadeddu, chitarrista di Assolo (Marmilla) impegnato da anni in una personale ricerca dello strumento volta a riproporre sulla sua chitarra musiche e danze sarde spesso originarie di repertori di altri strumenti come le Launeddas, con particolare attenzione alla tecnica tradizionale del pizzicato. Il chitarrista lascerà poi spazio al canto a più voci di tradizione orale. L’ultimo ospite del festival sarà Su Cuncordu ‘e Santa Rughe, coro legato all’Arciconfraternita di Santa Croce di Santu Lussurgiu. Questo centro del Montiferru è ormai famoso in tutto il mondo per la propria tradizione di canto a quattro parti vocali, legata al mondo confraternale e ai riti della Settimana santa ma protagonista della vita del paese anche nelle occasioni conviviali e di festa.

Abetonende si presenta come un’occasione imperdibile. Quella di vivere un club cittadino in una maniera completamente nuova, assistendo alla magia della musica tradizionale della Sardegna in un contesto urbano ed “alternativo” per eccellenza.

EVENTO FACEBOOK

Low-Abetonende

DONDIEGO e ANTAGONISTA – “Delta Blues Accident” EP is out!

Header FB out now-01

Un incidente Delta Blues. Voce e chitarra, blues scarno suonato ed urlato a volume alto. Gli spettri di oscuri bluesman del XX secolo banchettano con una manciata di brani inediti di delta blues zozzo e disperato. DONDIEGO e ANTAGONISTA hanno fondato nel 2010 la heavy blues band KING HOWL: insieme hanno girato mezza Europa, hanno suonato in piccoli club e sui palchi di grossi festival, hanno scritto, prodotto e registrato due dischi, facendo emergere il nome della band cagliaritana a livello internazionale. Dopo migliaia di chilometri in giro con questa formazione (tutt’ora al lavoro sul terzo disco) hanno cominciato a suonare in duo, scrivendo brani per sola voce e chitarra, arrangiando in chiave delta alcuni pezzi della band, reinterpretando vecchi blues di inizi ‘900 attraverso una strumentazione scarna, ma senza disdegnare l’elettricità e le incursioni nei territori della psichedelia lo-fi. Il risultato è DELTA BLUES ACCIDENT: sei brani di blues viscerale contenuti in un EP prodotto da Talk About Records in 100 copie assemblate a mano.


A Delta Blues accident. Voice and guitar, rough blues sung and played loud. Spectres of gloomy bluesmen from the 20th century feast with a bunch of brand new dirty and desperate delta blues songs. DONDIEGO e ANTAGONISTA founded in 2010 the heavy blues band King Howl: together they played around half Europe, in small clubs and big festivals; they wrote, produced and recorded two albums, spreading the name of the band internationally. After thousands of kilometers on the road with this line-up (currently working on the third album), they began to play in duet, arranging old ‘900 blues through a gaunt instrumentation, but without disdaining electricity and incursions in the lo-fi psychedelic territories. The result is DELTA BLUES ACCIDENT: six visceral blues tracks collected in an EP produced by Talk About Records in 100 copies assembled by hand.

LIMITED EDITION CD | STREAMING | YOUTUBE

DONDIEGO e ANTAGONISTA – “Delta Blues Accident” Ep
DONDIEGO – Vocals, Harp
ANTAGONISTA – Guitars, Synth, Sounds

All songs written by Diego Pani and Marco Antagonista
Recorded & Mixed by Marco Antagonista, Cagliari, january/april 2016
Artwork by Elena Cabitza / www.behance.net/caby

VULCANI | JOHN DRAIN & THE LIVE CITY BLUES

VULCANI_winter_header

Dal cuore del Montiferru, nell’entroterra della provincia di Oristano, arriva Vulcani. Il nuovo importante appuntamento con la musica blues firmato Talk About Records che tra l’estate del 2014 e quella del 2015 ha ottenuto un grandissimo successo di pubblico e critica, ospitando quattro concerti di affermati musicisti blues e folk come Paolo Bonfanti, Blues against Youth, Francesco Piu, River of Gennargentu, Lisa Mills, Fabrizio Canale, Sunsweet Blues Revenge, Deadman Potron, Paolo For Lee. Vulcani torna ora a fine 2015, nella sua seconda edizione invernale composta da una singola data in programma sabato 19 dicembre a Santu Lussurgiu. Il teatro del festival sarà sempre l’affascinante contesto della Antica Dimora del Gruccione che, questa volta, ospiterà il concerto nell’accogliente sala interna. Per questo, il numero dei partecipanti al concerto sarà limitato alle cinquanta persone. Il filo conduttore di un festival intimo, che pone musicisti e pubblico faccia a faccia, in un clima di condivisione totale e che fa di ogni concerto un evento speciale, sarà invece, come sempre, la musica blues.

19 Dicembre 2015 | John Drain and the Live City Blues (UK)
John Drain è un bluesman della scena britannica, da anni suona, canta, urla, dietro l’angolo di ogni strada, sotto il bancone di ogni bar, sopra la cima di ogni collina, sulla riva di ogni fiume, sotto qualsiasi agente atmosferico. Ha rotto corde, dita, spezzato cuori, preso lettere d’amore, svegliato vicini nella notte, per ore con la sua musica estranei hanno ballato insieme. Ora arriva da te per togliere le tue paure, per asciugare le tue lacrime, per liberarti dalla gabbia del tuo corpo e mostrarti cosa un solo uomo con la sua chitarra può davvero fare. A Vulcani si presenterà con un trio delta blues: chitarra, armonica e washboard, accompagnato dai sardi Marco Farris e Alessandro Cau.

Vulcani – Blues nel Montiferru
John Drain & The Live City Blues (UK)
Sabato 19 dicembre 2014, Ore 20:00
Antica Dimora del GruccioneSantu Lussurgiu

COSTO – 25,00 € a persona – Ingresso + Mangi e bevi (Street food/finger food + 1 consumazione)

PRENOTAZIONI | 50 posti limitati – Richiesta la prenotazione
Tel: 0783 552035 | Mail: info@anticadimora.com

Vulcani è una produzione artistica di TALK ABOUT RECORDS
Talk About è un’etichetta indipendente nata in Sardegna nel 2008. In questi anni si occupata della pubblicazione di dischi di musica rock’n’roll e blues, producendo al tempo stesso artisti dai più dissimili ambienti musicali, dal punk rock al rap, con particolare riguardo alla promozione di tante realtà provenienti dalla Sardegna. In parallelo, è impegnata nella realizzazione di eventi musicali di vario genere, dalla creazione e produzione di festival, alla lavorazione di tour nazionali ed europei per band come King Howl, Limestone Whale, Rekkiabilly, The Giannies. Hanno parlato delle produzioni Talk About le redazioni di La Repubblica, XL, Rockit, Il Manifesto, Radio 1 Rai, Rock Hard, Buscadero, Rockit, Moby Dick Radio 2, Soda Shop (USA), Cosmic Lava (GER), Rock Times (GER), Stoner Rock GR (GRE), Musiczine (FR) e tanti altri.

Direttore Artistico | Diego Pani
Mail: diegopani11@gmail.com
Cell: 3477616672

Vulcani è promosso dalla Antica Dimora del Gruccione
La “Antica Dimora del Gruccione” è operativa dal 2002 come albergo diffuso, tipologia ricettiva che, nata per la tutela delle specificità abitative esistenti, offre agli ospiti ristorazione e camere dislocate in più stabili. Realizzato, nel suo edificio principale, in una casa patrizia del XVIII secolo, l’albergo ben esprime questa particolare modalità del sostare, che la gestione, curata ancora oggi dalla proprietà originaria, ritiene debba inoltre trovare la sua coerente applicazione anche nell’offerta di un “mangiare” esclusivamente fondato sui prodotti delle piccole aziende sarde dell’agro alimentare di eccellenza e, ove mancanti, sui prodotti del commercio equo solidale. Segnalata nelle più autorevoli Guide nazionali e internazionali la “Antica Dimora del Gruccione”, sede didattica della “Università di Scienze Gastronomiche” di Pollenzo, ha ricevuto numerosi riconoscimenti per le attività svolte a promuovere in Sardegna un turismo di conoscenza “sostenibile” e “integrato” nel territorio, per il rispetto della persona, della biodiversità e dell’ecosistema.

Operating Manager | Lucilla Speciale
Mail: info@anticadimora.com
Cell: 3406401356

PARTNER VULCANI
Passione nel proprio lavoro, cultura della ricerca, promozione e tutela del territorio sono i principi che accomunano le Aziende partner di VULCANI e che hanno motivato la loro scelta di condivisione del Festival

FAMIGLIA ORRO
Famiglia Orro è una piccola azienda Agricola e Fattoria Didattica a conduzione familiare ubicata a Tramatza, paese della Sardegna centro occidentale. L’azienda si sviluppa su 10 ettari di superficie dove si coltivano vite, olivo e ortaggi. Tutte le produzioni sono trasformate sul posto, i vini presso la cantina e gli ortaggi presso il laboratorio alimentare aziendale. Il lavoro è ispirato e guidato da alcuni principi e criteri fondamentali che da parte di Davide, titolare di Azienda, sono stati assunti con responsabilità e puntiglio direttamente dal babbo e, prima ancora dal nonno : la difesa della biodiversità, lo sviluppo di un’agricoltura sostenibile, la ricerca per l’innovazione nella tutela del sapere della tradizione. Per questo in Azienda si coltivano unicamente varietà autoctone, come i vitigni Vernaccia di Oristano e Nieddera, gli olivi e gli ortaggi tipici del territorio. In quanto Fattoria didattica, presso l’ Azienda è vivace inoltre la promozione di attività formative sul processo del cibo dalla terra alla tavola rivolte a piccoli e grandi fruitori.
Davide Orro | www.famigliaorro.it

Inke Sardinian Specials
Nell’antica lingua sarda, la parola Inke significava “da qui” e stava ad indicare non soltanto un dato di provenienza, ma la certezza di qualcosa di solido e genuino.Oggi il portale Inke vuole offrire le stessa certezza nella selezione delle eccellenze enogastronomiche della Sardegna. Ci si occupa in prima persona della ricerca delle piccole produzioni di grande qualità e si segue con cura il processo di selezione e spedizione dei prodotti. L’Azienda riesce così a garantire sulle tavole di tutta Europa l’ anima autentica della tradizione enogastronomica sarda promuovendo nel contempo i produttori di valore e il territorio in cui operano.
Pierluigi Carta | www.prodottidisardegna.eu

Macelleria MOMO
Appassionato norcino, Momo, nel suo spazio commerciale dispensa ai suoi clienti conoscenza e squisiti assaggi perchè con pluriennale esperienza e competenza tanto si applica nella selezione dei migliori capi locali quanto nel proposito di fare sperimentare, come fosse sempre nel corso di una degustazione, la bontà dei suoi prodotti. L’Azienda è dunque vendita delle pregiate carni del Montiferru, quelle, come la Mélina, del bovino dei piccoli allevamenti a pascolo brado, del suino che si ciba in prevalenza di ghiande e degli animali dell’aia che, invece, arrivano dalla Marmilla. Una scelta tutta orientata a mettere in luce le economie del territorio e che che si rivela, ancora, nella accurata scelta dei formaggi, dei pani e delle paste che è possibile trovare in negozio insieme con l’invito a raccogliere ciliegie che Momo, a giugno, propone puntuale agli amici per condividere ancora un suo genuino entusiasmo verso una coltivazione peculiare del suo paese.
Cosimo Sassu | macelleriamomo@tiscali.it

VULCANI_winter_WEB

TALK ABOUT RECORDS AL TIME IN JAZZ 2015!

rog-showcase-tijTalk About Records è lieta di annunciare la partecipazione all’edizione 2015 di Time in Jazz, famosissimo festival diretto dal 1988 dal trombettista Paolo Fresu a Berchidda (SS).

Domenica 16 agosto River of Gennargentu sarà protagonista di uno showcase-aperitivo in programma alle 19:30 presso il Museo del vino. Vi aspettiamo li con le copie della ristampa di “Taloro Ep” e tutte le altre produzioni Talk About.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale di Time in Jazz: www.timeinjazz.it

VULCANI WINTER | 20 dicembre 2014

prova vett o

Dal cuore del Montiferru, nell’entroterra della provincia di Oristano, arriva Vulcani. Il nuovo importante appuntamento con la musica blues firmato Talk About Records che nel corso dell’estate 2014 ha ottenuto un grandissimo successo di pubblico e critica, ospitando quattro concerti di affermati musicisti blues e folk come Paolo Bonfanti, Blues against Youth, Francesco Piu, River of Gennargentu. Vulcani torna ora a dicembre 2014, in una inedita edizione invernale costituita da una singola data in programma, sabato 20 dicembre, a Santu Lussurgiu. Il teatro del festival sarà sempre l’affascinante contesto della Antica Dimora del Gruccione che in questa occasione ospiterà il concerto nell’accogliente sala interna. Per questo, il numero dei partecipanti al concerto sarà limitato alle cinquanta persone. Il filo conduttore di un festival intimo, che pone musicisti e pubblico faccia a faccia, in un clima di condivisione totale e che fa di ogni concerto un evento speciale, sarà invece, come sempre, la musica blues.

 20 Dicembre 2014 | Lisa Mills (USA)

Raggiungere un successo planetario all’età di cinquant’anni non è cosa da tutti; è ancora difficile in una società fast-food dove tutto deve essere artefatto, dove l’apparenza è più importante della sostanza e dove lo stesso music-business bada più alla creazione di fenomeni fatti per essere consumati e bruciati nel brevissimo periodo. Eppure il melange di blues, gospel, country e rock&roll di Lisa Mills è sempre stato apprezzato da addetti ai lavori e dal pubblico dei festival americani ed europei, ma non era, fino a pochi anni fa, riuscito a emergere fra le decine di proposte che bazzicano i festival estivi dedicati al blues e alle musiche americane. L’inaspettato successo dell’ultimo disco Tempered in Fire, il primo registrato in Europa, ha innalzato esponenzialmente la fama dell’artista di Mobile-Alabama, ma nativa del Mississippi (ci tiene a precisarlo), dalle due sponde dell’Atlantico, con l’invito a tutti i più importanti Festival europei (Regno Unito, Francia, Spagna, Svizzera) e la rivelazione di un’ artista elegante e raffinata ma, allo stesso tempo ruvida e graffiante. L’album è stato votato fra i primi 10 dischi dell’anno da tutte le riviste specializzate e il nome della Mills è diventato improvvisamente un “must” per appassionati, direttori di festival e giornalisti musicali. Sola, accompagnata dalla sua chitarra semi-acustica (talvolta in duo con il contrabbassista Ian Jennings), Lisa è in grado di spaziare dalla ballad più composta allo shuffle o al Rock’n’Roll più scatenato con la voce che ha i toni dell’angelico e dell’indiavolato. Uno dei più puri talenti della scena blues-Americana degli ultimi vent’anni, la Mills ha nell’esibizione live la sua “cifra” più marcata: un concerto vario, accattivante e adatto a tutti, non solo per addetti ai lavori o per un pubblico già educato. http://lisamills.com

 Vulcani | Lisa Mills

20 dicembre 2014, Ore 20:00

Antica dimora del Gruccione – Santu Lussurgiu

COSTO – 25,00 € a persona

Ingresso + Mangi e bevi

(Street food/finger food + 1 consumazione)

PRENOTAZIONI – 50 posti limitati

Tel: 0783 552035

Mail: info@anticadimora.com

Vulcani è una produzione artistica di Talk About Records

Talk About è un’etichetta indipendente nata in Sardegna nel 2008. In questi anni si occupata della pubblicazione di dischi di musica rock’n’roll e blues, producendo al tempo stesso artisti dai più dissimili ambienti musicali, dal punk rock al rap, con particolare riguardo alla promozione di tante realtà provenienti dalla Sardegna. In parallelo, è impegnata nella realizzazione di eventi musicali di vario genere, dalla creazione e produzione di festival, alla lavorazione di tour nazionali ed europei per band come King Howl, Limestone Whale, Rekkiabilly, The Giannies. Hanno parlato delle produzioni Talk About le redazioni di La Repubblica, XL, Rockit, Il Manifesto, Radio 1 Rai, Rock Hard, Buscadero, Rockit, Moby Dick Radio 2, Soda Shop (USA), Cosmic Lava (GER), Rock Times (GER), Stoner Rock GR (GRE), Musiczine (FR) e tanti altri.

 Direttore Artistico | Diego Pani

Mail: diegopani11@gmail.com

Cell: 3477616672

 Vulcani è promosso dalla “Antica Dimora del Gruccione”

La “Antica Dimora del Gruccione” è operativa dal 2002 come albergo diffuso, tipologia ricettiva che, nata per la tutela delle specificità abitative esistenti, offre agli ospiti ristorazione e camere dislocate in più stabili. Realizzato, nel suo edificio principale, in una casa patrizia del XVIII secolo, l’albergo ben esprime questa particolare modalità del sostare, che la gestione, curata ancora oggi dalla proprietà originaria, ritiene debba inoltre trovare la sua coerente applicazione anche nell’offerta di un “mangiare” esclusivamente fondato sui prodotti delle piccole aziende sarde dell’agro alimentare di eccellenza e, ove mancanti, sui prodotti del commercio equo solidale. Segnalata nelle più autorevoli Guide nazionali e internazionali la “Antica Dimora del Gruccione” ha ricevuto numerosi riconoscimenti per promuovere in Sardegna un turismo di conoscenza “sostenibile” e “integrato” nel territorio, per il rispetto della persona, della biodiversità e dell’ecosistema.

 Operating Manager | Lucilla Speciale

Mail: info@anticadimora.com

Cell: 3406401356